Articoli

BOMBONEIRA MIELE

Le bomboniere hanno una storia lunghissima (la loro nascita e diffusione risale a circa 5 secoli fa!) e sono da sempre simbolo di buon auspicio e fertilità. Inizialmente scambiate tra le famiglie degli Sposi, sono poi diventate il ringraziamento personale della coppia verso i propri invitati. Il nome deriva da “bombonnière”, il termine francese per indicare la scatolina dov’erano contenuti i “bon bon”, i dolcetti, che al tempo non erano confetti bensì mandorle ricoperte di miele. Ma perchè proprio il miele?

Il miele era fin dall’antichità simbolo di ricchezza, abbondanza e fertilità. Pensate che nel Medioevo la famiglia della Sposa come simbolo di buon auspicio era solita regalarne allo Sposo un vaso colmo. Andando ancora più indietro con il tempo, nell’antica Roma il miele veniva regalato agli Sposi affinché potessero mangiarne durante la prima notte insieme – da cui, appunto la “Luna di miele”.

Oggi, nonostante le tradizioni siano ben cambiate, il miele resta comunque simbolo di abbondanza, affetto e dolcezza!

Ecco perché più di 10 anni fa ho deciso di creare le mie prime bomboniere alimentari di miele, che ancora oggi sono più apprezzate che mai! Protagonista indiscusso è il vasetto personalizzato con nomi e data degli Sposi. Ad accompagnarlo al suo fianco un piccolo spargimiele in legno. E, legato a questo, non poteva mancare il classico sacchetto con i 5 confetti (anche questo numero è una tradizione!).

Il packaging? Semplice e pulito, ma che segua le tendenze.

Bene, ma perché scegliere una bomboniera alimentare? Primo, per il suo significato. Secondo, perché é un regalo apprezzato da tutti: bambini, mamme (che lo possono utilizzare anche in cucina) e papà (che di solito lo mangiano di nascosto!).

Credo sia piacevole per tutti sapere che il proprio regalo donerà un dolce momento ai propri cari piuttosto che vederlo abbandonato su una mensola a prendere polvere, no?

Proprio per questo, le bomboniere alimentari stanno diventando sempre più ricercate e di tendenza. L’idea migliore poi è quella di personalizzarle con una propria frase di ringraziamento, un piccolo oggetto da conservare (lo spargimiele) e i classici confetti. Qualche mese fa poi ho avuto un’idea innovativa per rendere il dono ancora più apprezzato: la carta piantabile! Un copritappo ecologico che darà al vostro vasetto un’aria ancora più simpatica e farà fiorire l’amore nelle case dei vostri ospiti.

Come funziona? Semplicissimo: basta lasciarlo a bagno per una notte intera, poi piantarlo sotto qualche cm di terra e annaffiarlo periodicamente. Dopo qualche settimana.. la magia!

Infine, vorrei affrontare con voi un grosso dilemma: il minimo d’acquisto. Le bomboniere personalizzate sono molto amate, ma spesso per queste viene richiesto un numero minimo per la personalizzazione. Come fare allora?

Il mio pensiero è stato quello di venire incontro alle vostre richieste creando il Kit bomboniere fai da te. Una box contenente tutto il necessario per creare le mie bomboniere, con tanto di vasetto personalizzato a cui potrete aggiungere tutto quello che preferite! Il numero minimo di pezzi è di 10 e, una volta ordinata, la box verrà recapitata direttamente a casa vostra. Cosa ne pensate?