Articoli

Today our adventure begins in a place that houses people’s dreams, for its landscapes’ beauty, the enchanting beaches, the uncontaminated and wild nature. A place where the shore of the crystal clear sea is a few steps away the thick and verdant forest, and where the gaudy colours of the flowers fill the eyes. A place that preserve the tradition of the past, and customs and symbols of the ancient nuptial ceremonies: flowers’ garlands… hula… the blowing of the shell… welcome to the Hawaiian wedding.

The element that most of all represents the Hawaiian culture is of course the garland, called Haku Lei, a traditional floral composition, formed by about 50 flowers connected with a ribbon. It is worn around the neck or on the head to celebrate a special occasion or donated as symbol of affection. During the nuptial ceremony, the bride wears the Haku Lei in substitution of the voile, realized with pikake (white jasmine), tuberoses or ginger’s white flowers. The groom wears instead a garland made by maile’s leaves, braided with white jasmine or tuberose’s flowers.

The wedding ritual begins with the triple blowing of the Pu, or conch shell. This gesture pay homage to Christianism, considering that the three sounds represent the Father, the Son and the Holy Spirit, and so the intention of the couple to follow the Christian values in their new home. The ceremony is celebrated by a kahuna pule (minister), who formalizes the bond of the couple uniting their hands with a maile’s leaf.

Another typical symbol of the Hawaiian archipelago is the hula, an ancient and sacred dance that expresses feelings or tells a story. In the traditional ceremonies, the type of hula was chosen in order to narrate the story of the couple; but nowadays the hula is just a form of entertaining.

After the ceremony they celebrate the wedding reception, called luau. The main course of the party is the kaula, pork cooked for an entire day in an underground oven. Other typical dishes are: poi (colocasia esculenta’s root pasta, similar to the potato), kufolo (a custard of colocasia esculenta and coconut), lau lau (pork, beef or fish, salted and rolled up in ti’s leaves), poke (seasoned raw fish and algae), tropical fruit and more meat, poultry or dishes based on seafood. During the entire party the typical music, with drums, guitars and ukuleles, makes the atmosphere happy.

I’ll be expecting you next month with a new ritual around the world ?

Big hug!

Well…

Aloha!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

L’avventura di oggi ha inizio in un luogo che ospita i sogni di molti, per la bellezza dei suoi paesaggi, le incantevoli spiagge, la natura incontaminata e selvaggia. Un luogo in cui la riva del mare cristallino è a pochi passi dalla foresta più fitta e lussureggiante, e dove i colori sgargianti si scambiano e susseguono senza fine. Un luogo che ancora oggi conserva le tradizioni del passato, e usanze e simboli delle cerimonie nuziali antiche: ghirlande di fiori… la hula… il soffio nella conchiglia… benvenuti al matrimonio alle Hawaii.

L’elemento che più di tutti ci riconduce alla cultura hawaiana è sicuramente la ghirlanda, chiamata Haku Lei, una tradizionale composizione floreale, formata da circa 50 fiori infilati con un nastro, indossata intorno al collo o sul capo per festeggiare un’occasione speciale o donata in segno d’affetto. Durante la cerimonia nuziale, la sposa indossa la Haku Lei in sostituzione del velo, realizzata con pikake (gelsomino bianco), tuberose o fiori di zenzero bianchi. Lo sposo invece una ghirlanda composta da foglie di maile, intrecciate con gelsomini bianchi o fiori di tuberosa.

Il rito nuziale ha inizio nel momento in cui si soffia per tre volte di seguito nel pu, la conchiglia di strombo. Questo gesto rende omaggio al Cristianesimo, in quanto i tre suoni rappresentano il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, e così l’intenzione della coppia di seguire i valori cristiani nella loro nuova casa. La cerimonia viene celebrata da un kahuna pule (ministro), che sancisce l’unione degli sposi congiungendone le mani attraverso una foglia di maile.

Un altro simbolo tipico dell’arcipelago Hawaiano è la hula, una danza antica e sacra volta a esprimere sentimenti o raccontare una storia. Nelle tradizionali cerimonie nuziali, il tipo di hula scelto doveva raccontare in maniera significativa la storia della coppia; nei matrimoni moderni tuttavia la hula viene inclusa solo come forma di intrattenimento.

Dopo la cerimonia si festeggia il ricevimento, detto luau. Il piatto principale della festa è il kaula, ossia il maiale, che viene cotto per un intero giorno in un forno sottoterra. Altre pietanze tipiche sono: il poi (pasta di radice di colocasia esculenta, simile alla patata), il kufolo (un budino di colocasia esculenta e noce di cocco), il lau lau (maiale, manzo o pesce salato e avvolto nelle foglie di ti), il poke (pesce crudo condito, misto ad alghe), frutta tropicale e altra carne, pollame o piatti a base di frutti di mare. Durante l’intera festa l’atmosfera viene rallegrata dalla musica tipica, con tamburi, chitarre e ukulele.

Se oltre all’acquolina in bocca vi è venuta anche la curiosità di scoprire altre tradizioni tipiche, scrivetemi!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo ?

Un abbraccio! Anzi…

Aloha!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: Pinterest