Articoli

Sposarsi tra ulivi e vigneti scegliendo un tema e d una palette molto fine e delicata: greenery.

Insieme alla sposa abbiamo selezionato  rose avalances, daucus carota, mirto, eucalypto dollar, hydrangea white, wax white, hypericum green, viburno, lisianthus.

 

Partiamo dal finale: la torta. Rigorosamente millefoglie white a 3 piani con decorazioni floreali in linea con la cerimonia.Per effetto delle mie procedure oeprative, il #recycle è tassativo e quindi abbiniamo alle decorazione della cake gli allestimenti della cerimonia che vengono prontamente riposizionanti nel corner adatto.

Cerimonia in cantina per effetto di una scrisciante pioggia di metà Giugno. Abbiamo illuminato la sala con tende bianche a profusione, lanterne e rigogliose composizioni greenery.

Gli sposi hannos celto come rituale la sabbia e anche il piatto di sostegno è stato rigorosamente decorato con ortensia bianca, flox e  viburno.

Terminata la cerimonia civile ci si sposta in sala ricevimento dove i tavoli riportanti i nomi di aromatiche e spezie sono stati allestiti con runner di mirto e rosmarino e piccole alzatine di lisinathus  white.

Segnaposto con rosmarino semplicemente appoggiato al tovagliolo .

Alzatine con rose avalances, edera e daucus si alternano a ramificazioni di mirto, rosmarino e edera.

Anche la sposa ha indossato una leggera composizione di edera, rose e flox, mentre il bouquet  greenery  ha valorizzato l’abito di chiffon boho chic.

Un grazie speciale a Constanza e Vincenzo per avermi concesso l’opportunità di sviluppare il loro tema.

Location : Tenuta Valcurone

Foto: Francesco Viganò Fotografo

Per informazioni: info@graceevent.net

Aldo e Beatrice 07 Giugno, Montevecchia.

Ripensando a questo bellissimo wedding day sorrido con affetto e dolcezza.

La stessa dolcezza con la quale ho voluto per loro una vecchia panchina di legno, adornata da ortensie bianche e gypso: la panchina degli innamorati.

 

Volevo esprimere libertà, leggerezza, naturalità, sincerità e cosi’ alla regale ortensia bianca ( fiore prescelto dalla sposa ) ho affiancato il rosmarino e  l’edera.

Edera e vino rappresentano l’uno l’esatto opposto dell’altra: mentre la vite muore d’inverno e rifiorisce in primavera, l’edera “rivive” in autunno e ha bisogno di ombra e freddo per produrre le sue bacche.

 

Alzate realizzate da veri tronchi ( Woodlightproject ), ceppi e cartelli dipinti con tempera ( come fanno i bambini ).

Petali di rosa e cestini con rami di rosmarino, il vero simbolo di questo matrimonio.

 

Un altro particolare che ricordo benissimo di questa meravigliosa cerimonia è stata la scelta dal tableau, considerato dagli sposi importantissimo perchè  dedicato ai loro ospiti: affetti e amicizie profonde. Appoggiata ad un profumatissimo muro di gelsomino selvatico, la famosa scaletta di Tenuta Valcurone è stata decorata con un torchon di gypso e rosmarino; lo stesso rosmarino simbolo della stationery degli sposi  e della stessa località di Montevecchia.

 

Lanterne  artigianali di legno, realizzate da Wood light Project in esclusiva  per graceevent world hanno illuminato cerimonia e ricevimento fino al taglio torta, creando un’atmosfera romantica e suggestiva.

Un ultimo tocco ai fiori prima dell’arrivo degli sposi, un leggero incoraggiamento alla trepidante sposa e si parte con il momento piu’ importante: la cerimonia nuziale.

Dj dave delly  ha diretto il sottofondo musicale durante la cerimonia con musiche emozionanti e coinvolgenti e intrattenuto tutti gli ospiti durante il welcome buffet.

Chiuse le danze parte la cena e la veranda della tenuta è allestita proseguendo lo stesso filo consuttore della cerimonia: rosmarino, ortensie e cuori.

 

 

 

La veduta del parco del Curone dalla veranda aperta riempie il cuore di pace e serenità.

Ed eccoli qui raggianti e bellissimi Beatrice e Aldo sposi da pochi attimi!!

Ne approfitto per ringraziare davvero tutte le 20 coppie che quest’anno mi hanno concesso l onore di ideare e allestire tutti i momenti del loro Si lo voglio.

Grace M.Tarantino

 

Catering o banqueting? È questo il dilemma! Ma come risolverlo?

Ebbene, prima di tutto è importante comprendere di cosa si stia effettivamente parlando. La decisione tra catering e banqueting si presenta nel momento in cui, scegliendo una struttura per il ricevimento, essa non dispone di ristorazione o cucina interna. Solitamente si tratta di castelli, ville o dimore antiche, in quanto, al momento della loro costruzione, non era previsto che diventassero  location per matrimoni!

Pertanto ci si deve affidare a uno dei due servizi, che, sebbene siano spesso intesi come sinonimi, presentano delle rilevanti differenze. Catering deriva dall’inglese “to cater”, letteralmente provvedere al cibo. Ciò significa che il catering si occupa generalmente della semplice fornitura di bevande e cibo già precotto.

Banqueting, da “to banque”, significa invece banchettare. Non si tratta quindi solo delle portate, bensì di tutto ciò che riguarda il ricevimento, compresi gli allestimenti e il servizio di sala. I piatti vengono inoltre preparati e serviti sul posto, con attrezzatura fornita dall’azienda stessa. C’è però da tenere conto che un numero di prestazioni maggiore equivale anche a un prezzo maggiore, fondamentale da considerare nel momento in cui si deve rispettare un determinato budget.

Quindi cosa scegliere? In primo luogo, considerate i servizi e le attrezzature già forniti dalla location, come allestimenti, tavoli, tovagliato, cucina attrezzata, ecc. In secondo luogo, assicuratevi che l’azienda a cui vi state rivolgendo sopperisca a tutto ciò che invece manca, trovando quindi il giusto punto in comune.

Terzo, portate con voi la scheda catering firmata #iosonoweddingplanner! La trovate qui, nei pratici kit modulistica, contenenti materiale e documenti validi per la pianificazione delle nozze 😉

Non perdeteveli!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: Pinterest

Salve a tutti!

Intanto mi presento, mi chiamo Antonella Zungri e sono una wedding planner.

Ho iniziato con questa passione quando avevo 19 anni, quindi 12 anni fa, lavorando come fiorista presso un negozio del mio piccolo paese. Da lì ho scoperto la bellezza dei fiori e soprattutto dei matrimoni.

Da qualche anno ho cominciato a guardarmi intorno in cerca di corsi adatti a me e alla mia personalità, e devo dire che sono stata “a mio modo” molto fortunata. Infatti ho instaurato un rapporto stupendo con le mie insegnanti, prima fra tutte Laura Pavanati, amica e docente eccellente. Ho fatto molta gavetta, che non sempre mi ha portato risultati positivi: spesso credevo di essere presa in giro da alcune persone. Inoltre per il momento le richieste nella mia zona sono molto poche, ma nonostante tutto la passione è tanta, e spero di arrivare ad essere una wedding planner affermata.

La mia sede è a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, e sono l’unica titolare dell’agenzia “Marry Me Calabria AZ”, di cui ho da poco creato anche il sito internet marry-me-calabria.webnode.it

Organizzo ogni tipo di evento, personalizzandolo in tutto e per tutto e rendendolo unico nel suo genere. Ho la collaborazione dei migliori professionisti della mia zona, perché per me non è solo quel giorno che conta, ma tutto ciò che lo circonda.

Nella vita ho capito che a fare le differenze reali sono i desideri e le esigenze della coppia che si presenta, e non sono solo la location, il catering, il tipo di addobbo floreale. La mia azienda offre ogni tipo di allestimento, che deve richiamare la personalità degli sposi, e non solo. Abbiamo anche la sfacciataggine di essere sinceri in tutto, per cui spero di riuscire a fare tutto ciò che è in mio potere per rendere quel giorno il VOSTRO giorno.

Io mi affido alla tariffa fee, ossia una tariffa variabile in base al vostro budget e alle vostre esigenze. Ci soffermiamo molto sulle tipologie di riti per il matrimonio, come civili, religiose, simboliche, anche se qui al Sud, in Calabria, non se ne vedono poi molte.

Prima di aprire la mia attività ho studiato marketing, perché bisogna avere la consapevolezza di quanto si debba investire nei propri sogni, e quanto sia necessario richiedere ai clienti in base al target a cui ci si vuole rivolgere.

Credo molto nel galateo e nel bon ton, ossia nell’eleganza di un matrimonio, perché per me è questo quello che conta di più: fare bene a 360°. Gli sposi sono al primo posto nella mia agenzia, anche se dobbiamo ricordare che subito dopo ci sono le rispettive famiglie…

Quindi che aspettate ad affidarvi ad una wedding planner?? Il vostro sogno sarà la vostra realtà con una figura del genere!

Antonella Zungri – wedding planner

3484262470

Marry Me Calabria AZ

Website: marry-me-calabria.webnode.it

Che i fiori siano la scelta più naturale per gli allestimenti di matrimonio è inequivocabile. Con qualunque forma o sfumatura, riescono a incantare chiunque con la loro semplice, indubbia bellezza. Purtroppo però, non sempre rappresentano la scelta più economica. Tra location della cerimonia e del ricevimento, senza togliere bouquet della sposa, boutonnières e centrotavola, è necessario per forza di cose spendere un’importante quantità di denaro. Per fortuna esiste una soluzione più economica, in grado di sostituire o arricchire gli allestimenti floreali senza rinunciare al loro effetto scenico: le paper decorations!

Gli amanti del fai da te già lo sanno, con la carta e tanta fantasia è possibile realizzare ogni tipo di decorazione. I più semplici e immediati sono i festoni, la cui forma più classica è quella a triangolo, che oltre a essere appesi sulle pareti possono essere sfruttati per degli allestimenti da soffitto.

In aggiunta, o in alternativa, ai festoni, si possono utilizzare le lanterne o le sfere a nido d’ape. Realizzabili in ogni dimensione, sono splendidi sia per le location interne che per quelle all’esterno.

Per chi preferisce arricchire gli spazi laterali sono ideali le ghirlande, che oltre ad assumere un ruolo decorativo nella location rappresentano un perfetto sfondo per servizi fotografici o photo booth, rendendo unici i ricordi con amici e parenti. Di origami…barchette…coni gelato, ce n’è per tutti i gusti! E chi al fiore non vuole proprio rinunciare, può optare per degli splendidi e di super tendenza paper flowers!

Già in voga Oltreoceano, i “fiori di carta” sono comparsi per prima volta nel 2009 durante la sfilata di #Chanel. Ideali per ogni tipo di evento, si adattano perfettamente a ogni tema e palette: dalle nuance pastello ai colori più accesi, bicolore o mono tono, realizzabili in più dimensioni a seconda dell’uso. Di piccola o media grandezza per festoni o ghirlande, medio-grandi da appendere al soffitto o da fissare alle pareti laterali, e infine i giant flowers, perfetti sia per i set fotografici che per abbellire navate o archi per la cerimonia.

Per un effetto più realistico, è possibile aggiungere anche i gambi, così da ottenere dei “fiori” adatti per centrotavola, scenografie dal sapore fiabesco e, perché no, anche per il bouquet della sposa!

 

Infinite possibilità per infiniti gusti e stili, dal più romantico al più divertente, dal più vintage al più moderno, l’allestimento con le paper decorations può conferire quel tocco di originalità e ricercatezza che renda unico il vostro matrimonio!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest