“Le migliori amiche sono quelle che conoscono la canzone del tuo cuore e che te la cantano quando tu ne scordi le parole. “

La figura della damigella d’onore ha radici nell’antico Egitto. In quel tempo si pensava che gli spiriti maligni non vedessero di buon occhio le spose, e allora per far sì che la sposa non fosse riconosciuta, le amiche della sposa si vestivano come lei per depistare i cattivi spiriti.

Il giorno delle nozze alla sposa venivano donate anche erbe aromatiche e fiori profumati che servivano a tenere lontani questi spiriti maligni. Ecco perché la sposa porta con sé un bouquet e le damigelle buttano per terra dei fiori.

Sino a qualche anno fa, la consistenza del corteo nuziale indicava lo status della famiglia della sposa: più era benestante, maggiore era il numero di damigelle. Secondo il Galateo comunque, il loro numero non dovrebbe essere superiore a 8.

In Italia il termine “damigelle d’onore” richiama alla mente la tradizione americana.
Infatti negli Stati Uniti la sposa viene circondata da un numero di damigelle che sono vestite allo stesso modo, con la particolarità di una di loro che sarà la damigella d’onore, cioè la testimone che firmerà la licenza di matrimonio.

Le damigelle più piccole precedono la sposa lanciando petali mentre il paggetto ha il compito di portare le fedi.

Quando ad accompagnare  sono i figli della coppia allora affiancano gli sposi nell’ingresso, indossano boutonnieres e corsages e si incaricano di portare le fedi e partecipare ai rituali come il rito della luce, della sabbia o celtico.

Quest’anno le mie spose hanno scelto damigelle grandi e piccine e per diversi motivi.

Ad esempio Cristina ha scelto 3 damigelle con coroncine di gypsophila e cestini di petali rossi  in stile nordico per accompagnare il rito norvegese e riprendere i colori della bandiera ; 1 paggetto invece reggeva il cuscino delle fedi e apriva il celestiale corteo.

Eleonora, invece ha scelto come corteo di damigelle, ben 12 , le sue ragazze di danza. In prima fila le più piccole che hanno profuso petali rosa sul prato e poi una lunga fila di bellissime ragazze in eterei abiti azzurri.

Giorgia infine ha scelto le donne di famiglia per il suo solenne  ingresso .

Come scegliere?  seguendo il cuore.

Avete figli, cuginetti e amate i bambini delle vostre famiglie? Allora piccole damigelle e paggetti creeranno un dolcissimo corteo ricco di emozioni e “colpi di scena”…

Se le vostre amiche del cuore ,le vostre sorelle e cognate sono sempre lì e conoscono ogni vostro segreto del cuore allora saranno la gioia per gli occhi di tutti i vostri ospiti con i loro abiti , fiori e sorrisi.

Tutto questo non toglierà un briciolo di attenzione alla sposa, ma al contrario donerà solennità, ricercatezza e Valore al corteo e racconterà una storia: la vostra.

Con il servizio Cerimonia ci occupiamo del corteo, progettando insieme stile, colore, modalità d’ingresso e accessori floreali.

Chiedici un consiglio, scrivici a info@graceevent.net.

Graceevent World® team.