, , , ,

3 ingredienti per organizzare una cerimonia civile emozionante e personalizzata

Future sposine,

oggi parliamo di cerimonia civile, la modalità celebrativa più utilizzata in questi ultimi anni sia da giovani coppie che da famiglie, amata per la semplicità organizzativa (soprattutto nelle tempistiche!) e anche per la possibilità che offre di personalizzare la cerimonia e renderla più vicina ai propri gusti. In questo post vi elencherò tre ingredienti molto semplici che vi aiuteranno a rendere unica e speciale la vostra cerimonia civile:

-Primo ingrediente in assoluto, la location:

Direi, al bando gli uffici comunali! E parlo soprattutto dei piccoli comuni, dove generalmente queste sale vengono usate per le assemblee , e dove  troviamo  arredi come le sedie business, il tavolone, qulche bandiera e pareti  con quadri istituzionali. Utilizzate eventualmente questa location solo per recarvi la mattina ad apporre le firme davanti al Sindaco o all’Assessore, solamente voi sposi con i Testimoni,  senza invitati.

Quale location utilizzare allora? Se vi sposate in un periodo primaverile-estivo, ovviamente il consiglio è quello di optare per  location “en plein air”, ovvero dove è possibile svolgere una celebrazione all’aperto, e  nelle quali sia possibile effettuare il rito civile con valore legale. Quindi, per prima cosa, assicuratevi che si tratti di una casa comunale e che il rito sia svolto da un Sindaco o da un Assessore, e anche a quanto ammontino le spese di gestione della pratica. Con una location di questo tipo, sicuramente unite l’utile al dilettevole, poiché avrete un rito unico da organizzare, al termine del quale la documentazione renderà il vostro “sì” assolutamente legale; il tutto in una cornice esteticamente ben apprezzabile, che sia  all’interno di un parco, o di in un giardino privato  con piscina o  all’italiana. La scelta poi dipende ovviamente dai vostri gusti! Generalmente, si tratta di  location dove è possibile effettuare il ricevimento, sia che si tratti di un pranzo che di una cena. In questo modo, aggiungete due vantaggi all’organizzazione della vostra giornata: primo, da un punto di vista economico non ci saranno più due location da gestire, bensì una sola; secondo, sarà più comodo anche per i vostri invitati, che avranno il vantaggio di dover raggiungere una sola location.

Altra possibile tipologia di location è quella delle case comunali, ville (o sale all’interno di queste) messe a disposizione da alcuni comuni, dove non solo è possibile svolgere il rito, ma che si presentano anche   esteticamente molto belle: sale affrescate , dipinti, statue. Ovviamente hanno dei costi più alti rispetto ai soli costi di legalizzazione del rito (ovvero della sola creazione dei documenti da parte del comune) perché includeranno anche l’affitto della location. Ma, d’altronde, il risultato sarà molto diverso, e anche qui potrete allestire con fiori, personalizzazioni grafiche (dei libretti per la cerimonia, ad esempio) il vostro rituale, ed avere un effetto davvero meraviglioso!

-Secondo ingrediente  è la musica:

Molto spesso, nell’organizzazione del matrimonio con rito civile, gli sposi si dimenticano di questo particolare, perché viene generalmente associato alle cerimonie religiose. Al contrario, la musica è un elemento molto importante per la personalizzazione e l’aspetto emotivo del rito. Ricordiamo quindi che è indispensabile avere la musica per l’ingresso dello sposo  e  successivamente, per la sposa (se decidete di fare gli ingressi separati). In genere sono musiche di cui la prima rappresenta lo spirito dello sposo, mentre la seconda è la classica Marcia nuziale, che può essere quella di Wagner o di Mendelssohn,  ovvero le classiche  utilizzate in Chiesa; anche perché, ricordiamolo, il giorno del proprio matrimonio è l’unica occasione in cui poterle usare! Invece, nel caso in cui decidiate di fare l’ingresso insieme entrando mano nella mano, sposa e sposo, magari con al seguito o al fianco i figli, vi consiglio una musica che rappresenti la vostra storia, il vostro percorso, qualcosa che identifichi la vostra coppia e vi contraddistingua dal resto. Un’altro brano musicale  da scegliere sarà quello per l’uscita, il momento in cui lasciate la sala (o ripercorrete l’allée se siete all’aperto); e, infine, un brano per lo scambio degli anelli. Affidatevi al cuore, scegliete le canzoni che sentite  “vostre”.  Nel caso di estrema indecisione, potete anche cercare qualche spunto su internet: su Youtube, ad esempio, troverete tutta una serie di playlist con le migliori canzoni da cerimonia per entrata, uscita e scambio degli anelli.. queste  sono sicuramente i tre brani ufficiali necessari di cui non dimenticarsi!

 

-Dopodiché potrete personalizzare la cerimonia con il terzo ingrediente: i rituali. I rituali sono i momenti caratteristici che veramente possono rendere unica la cerimonia con rito civile: qui non abbiamo infatti regole religiose o di bon ton da dover seguire, a parte naturalmente l’educazione, che è quell’elemento che in un matrimonio si richiede sempre, sia agli sposi che soprattutto agli invitati.Utilizziamo allora questa carta bianca al meglio! In genere, i rituali più comuni che si possono utilizzare durante un rito civile sono: le letture, che di solito sono due (in momenti diversi, una poco prima del rito e una dopo) e che possono essere fatte o dagli stessi sposi, oppure dai Testimoni o amici, da persone insomma che abbiano voglia di lasciare un segno in questo momento così importante. Altri riti sono, ad esempio, quello della luce, della sabbia e dei nastri. Sono dei rituali che potrete trovare ben descritti in quei siti dei Cerimonieri dove vi spiegano le modalità e i significati di questi gesti, e da cui potrete prendere spunto. Sono tutti dei rituali molto intimi, che coinvolgono (e tengono svegli!) gli invitati, perché implicano emotivamente tutti, lasciando un ricordo  indelebile e per cui li consiglio vivamente. Il più romantico è sicuramente il rito della luce, e molto particolare è anche quello de nastri, nel quale gli invitati (di solito i Testimoni) legano con un nastro i polsi degli sposi uno all’altro, esprimendo un augurio per il futuro.

Oltre a questi tre elementi, in quanto Wedding Designer, vi devo aggiungere un quarto elemento (che per me sarebbe il numero uno, ma che sono costretta a mettere in quarta posizione perché legato al vostro budget generale). Mi sto riferendo ovviamente ai fiori, elementi immancabili in un matrimonio: in primis, il bouquet della sposa e il fiore all’occhiello dello sposo, che sono due segni particolari che resteranno per sempre nelle vostre fotografiee nei vostri cuori. Non sono protagonisti, ma degli alleati in quel giorno: una sposa non può restare senza bouquet, perché a differenza dello sposo, non può mettere le mani in tasca, e quindi per lei questo mazzo di fiori (che per parte del ricevimento potrebbe sembrare un peso) sarà veramente il suo migliore amico, soprattutto nella fase iniziale della cerimonia; detto tra noi, vi servirà anche per camuffare l’emozione e per dare colore e vivacità a quei tratti del viso magari inizialmente un po’ tesi per l’emozione. Quindi, non trascurate l’elemento fiori; non è necessario fare grandi investimenti per avere allestimenti floreali esagerati, ma non possono mancare, perché i fiori danno una connotazione molto più naturale, romantica e vivace al vostro matrimonio. E, soprattutto, se seguite il mio consiglio di scegliere una location dove sia possibile celebrare sia il rito che il ricevimento, potrete riutilizzate gli allestimenti nel corso del ricevimento sfruttando al massimo il vostro budget!

 

Se poi pensate di utilizzare elementi decorativi alternativi, ad esempio dei fiori di carta o di tessuto, o degli oggetti, fatelo pure ma abbinateli sempre ai fiori naturali, non usate le alternative in sostituzione totale dei fiori freschi.

Una postilla doverosa riguarda i matrimoni invernali: nel primo punto, vi consigliavo quali location scegliere soprattutto nel periodo primaverile-estivo. Per quanto riguarda i mesi più freddi, vale nella scelta della location la seconda opzione, quindi l’affitto delle sale comunali particolari messe a disposizione all’interno di ville d’epoca, oppure quelle location gestite da catering o direttamente da ristoranti dove è possibile svolgere sia cerimonia che ricevimento al chiuso. In questo modo, ottimizzerete al massimo il budget e le tempistiche della giornata!

Resto a vostra completa disposizione per ogni consiglio e idea per l’organizzazione del vostro matrimonio, direttamente qui, nel mio sito graceeventworld.com, via mail a info@graceevent.net o anche su whatsapp al 3926194450. Felice evento!

La Grace

, , ,

Le bomboniere naturali per ogni evento

Carissime spose, mamme, sorelle, zie…
Come avrete notato, è tendenza degli ultimi anni scegliere come omaggio per gli ospiti delle proprie cerimonie bomboniere che siano non solo belle da vedere ma anche apprezzabili per la propria utilità. Niente più soprammobili a prendere la polvere, o rinchiusi in qualche scatolone in soffitta. Oggi si preferiscono degli oggetti di uso quotidiano, molto spesso naturali, come ad esempio miele e sapone. Ed è per questo che Graceevent World, proseguendo la propria decennale Linea Miele, nel 2019 la rinnova lanciandone una di saponi naturali a quattro temi, ispirati agli elementi con cui sono realizzati: Rosmarino, Lavanda Life, Honey Heart e Olive Garden. L’ idea nasce dalla collaborazione con un’artigiana lombarda, che realizza personalmente i prodotti utilizzando solo elementi naturali, tutti tipici dell’alta Brianza. Il processo di lavorazione è certificato, il che significa che oltre a poter essere esposte in salotto o impiegate per la profumazione di cassetti ed armadi, queste bomboniere possono essere usate anche per la pulizia del viso e delle mani. Le profumazioni sono sia maschili che femminili, e sono realizzate con oli essenziali: un pensiero bello, utile e che incontra i gusti di tutti, adatto per ogni tipo di cerimonia. Non vi resta che scegliere quello più giusto per la vostra!
Linea al rosmarino


Il rosmarino, tipicamente brianzolo, è l’elemento naturale che con semplicità riesce a coniugare in sé un profumo caratteristico, intenso, con l’immagine di purezza, serenità e pace che richiama alla mente. Per questa sua personalità delicata ma decisa, ha anche ispirato una nuova linea di Cerimonie per i matrimoni del prossimo anno, sia per quanto riguarda la grafica che gli allestimenti floreali.
Questa linea si compone di tre saponette di formato diverso: rettangolare ( 5×7 cm), quadrata (5×5 cm) e rotonda (Ø7 cm). Il sapone è realizzato a partire dall’olio essenziale, estratto dalla pianta lasciata in infusione per ben tre settimane. La profumazione, già decisa, viene poi rinforzata tramite l’inserimento di rametti di rosmarino all’interno della saponetta, rametti poi ripresi anche nel packaging finale come elementi decorativi sulla iuta.

 

Lavanda Life

Tipica linea al femminile, ideale per matrimoni primaverili in stile shabby-chic o country, ma anche per battesimi e comunioni. Con una saponetta rosa tenue, colore delle infiorescenze della lavanda, questa bomboniera si adatta infatti molto bene anche a tutte le cerimonie dallo stile più delicato. Nuovamente, la linea è proposta in tre formati, per soddisfare tutte le richieste: rettangolare, quadrata e rotonda. Il packaging è caratterizzato da un profumo e un aspetto molto candido: scatoline in cartoncino bianco con nastri in cotone, raso e organza, il tutto sulle sfumature del glicine. E se siete alla ricerca dell’abbinamento perfetto, il consiglio è quello di scegliere per le partecipazioni le nuove buste di Graceevent World, color glicine, con nastri e lavanda naturale.

Olive Garden

Ispirata all’olio d’oliva e all’ulivo, questa linea si afferma, da un lato, per la sua idea di serenità e pace, e dall’altro per il proprio colore dorato, ricco. Risulta dunque adatta per matrimoni, lauree, anniversari, ma anche per battesimi, comunioni e cresime al maschile. Le saponette sono costituite a partire dall’essenza di olio d’oliva, a cui nelle ultime fasi della lavorazione vengono aggiunte delle scaglie di sapone grattugiato che danno consistenza e ruvidezza al tatto. Una bomboniera più rustica, come il packaging in cartoncino kraft e iuta, ma dalla colorazione comunque tenue e delicata. Un doppio aspetto che la rende apprezzabile sia al maschile che al femminile. Disponibbile come sempre nelle versioni rettangolare, quadrata o rotonda.

Honey Heart
Quarta e ultima linea, ma basata su un soggetto già ben noto nelle bomboniere di Graceevent: il miele, protagonista indiscusso da oltre dieci anni. In questo caso, non più confezionato nei classici vasetti bensì inglobato in una nuova forma: la saponette Honey Heart. Una profumazione delicata ma dal colore deciso, ancor più ricco rispetto alla linea Olive Garden e particolarmente richiesto per anniversari, lauree e cresime. Inoltre, la presenza di scaglie di sapone all’interno dell’impasto crea un aspetto estetico particolare e ancora più dorato.
Queste sono le ultime idee in casa Graceevent, alla moda ma, come sempre, personalizzabili per poterle rendere ancora più vostre. Il mio consiglio è di scegliere qualcosa di naturale e originale, che metta in evidenza la vostra “anima green” e rispecchi l’atmosfera del vostro matrimonio o di qualsiasi altro giorno importante.. perché, si sa, una fragranza evoca spesso un ricordo: e il vostro, che profumo avrà?

Scopri le offerte direttamente nello store online: Www.graceevent.net

Come sempre, resto disponibile per informazioni su prodotti, grafica, personalizzazioni. Potete visionare le bomboniere direttamente sullo store online www.graceevent.net e richiedere un preventivo gratuito tramite whatsapp. È possibile vedere i prodotti anche personalmente, sia in sede che in un alcuni showroom in Brianza.
Felice Evento!

La grace

, , , ,

3 modi per presentare le bomboniere di miele. Caso anniversario di nozze

Ciao! Questo post è dedicato a chi è interessato alle bomoniere di miele e si chiede in quale modalità utililizzarle e presentarle durante il ricevimento o il party.

In questo caso vi parlo delle bomboneire di miele gr.250 realizzate per il 50mo anniversario di Nozze di Carlo e Maria; la loro figlia A. mia cliente, ha scelto un fiocco dorato, confetti di mandorla oro e bianco e l’etichetta  “50 anni insieme”. Tutto rigorosmanete romantico, per festeggiare un amore così longevo.

Ho chiesto all’apicoltore di invasettare un millefiore leggermente cristallizzato per accentuare i toni dorati del miele in sintonia con il mood.

Come puo’ utilizzare A. le bomboniere dei suoi genitori ? Ecco 3 modalità:

  1.  Come segnaposto: appoggiata su ciascun sottopiatto diventa un elemento della mise en place, un dolcicssimo ricordo e si puo’ personalizzare aggiungendo il nome dell’invitato con una tag ( bianca e oro ) oppure con le lettere in legno adesive ( le trovate nello store ). 
  2. Come centrotavola: con candele, fiori o oggetti.  In questo caso ho scelto una mise en place white realizzata con plaid ( per scaldare l’atmosfera invernale) e far risaltare l’oro dei fiocchi e dei confetti.  Basta disporle a runner a centro del tavolo, se rettangolare; oppure in cerchio intorno a candele t-light e vasetti di fiori. Si deve in questo caso  disporre già il numero esatto destinato ai commensali di ciascun tavolo.

 

3. Come candy station: predisporle su un tavolo adibitio alla degustazione dei confetti per enfatizzare l’allestimento.      Non serviranno ulteriori decorazioni. In caso di candy station aggiungere confetti diversi da quelli utilizzati per la        bomboniera, possibilmente con un gusto differente ogni kilogrammo. Per un evento e tema simili proporrei:             champagne, rhum, pistacchio, chocolate ( fondente 80%) ananas disidratata, nocciole ricoperte di cioccolato.

 

I confetti dorati utilizzati per queste bomboniere romantiche ed eleganti sono di mandorla pelatina super italiana. Per la prima volta ho gradito moltissimo i confetti dorati che solitamente mi lasciavano un leggero  gusto amaro. Sono dolcissimi e ve li consiglio. Li trovate in esclusiva con le bomboniere graceevent world oppure potete richiederli via email. Anche la bag di panno bianca utilizzata come centrotavola è diponibile su richiesta in edizione limitata. Info@graceevent.net.

Per informazioni, idee, suggerimenti non esitate a scrivermi a info@graceevent.net. Mettero’ a vostra disposizione tutta la mia esperienza per aiutarvi a realizzare un evento privato unico con il giusto budget.

Felice evento!

Mariagrazia

, , ,

Living coral Pantone 2019 il colore della familiarità

Living Coral

Simboleggia il bisogno di ottimismo e la voglia di svolgere attività con gioia.

“In risposta ad un’epoca dove la tecnologia digitale e i social media si integrano sempre più nella vita quotidiana disumanizzandola”, spiega Pantone in un comunicato, “abbiamo voluto valorizzare una tonalità che secondo noi comunica umanità, autenticità e familiarità. Una tonalità che fosse socievole e vivace, in grado di incoraggiare l’attività spensierata. Per noi, questo colore esprime l’innato bisogno di ottimismo dell’uomo e la voglia di svolgere attività gioiose”.

Come wedding designer trovo questa tonalità davvero morbida, calda e discreta al punto giusto e, come primissima immagine ( la comunicazione ufficiale ha qualche ora di vita) penso a L’Aimant la bellissima rosa coral-pink David Austin dal cuore romantico e tenero.

Un’ombra affabile e animata, resa più morbida da un sottotono dorato.

Prima di tutto vorrei lasciarvi tutti i riferimenti grafici relativi a questo colore:

PANTONE 16-1546 Living Coral
HEX #fc766a | CMYK 0, 66, 50, 0 | RGB 252, 118, 106

Come declinare e utilizzare bene un colore dipende dalle competenze tecniche e soprattutto dalla capacità di dire no alle spose!

Mi spiego. Guardando questa nuance bellissima, ideale per esaltare sfumature, contrasti e addolcire/ adombrare eccessi di luce e colore mi viene in mente il caro vecchio Tiffany. Tutte le spose innamorate di questo colore ( forse perchè ricordava loro piu i gioielli che altro) lo volevano come simbolo di raffinatezza.Ahimè però veniva spesso utilizzato dai decoratori da solo, appoggiato su candide tovaglie bianche e abbinato a sbriluccanti specchi e cristalli. Effetto: freddo e insapore. Ho paura che questa particolare tonalità di rosa possa fare la stessa fine. Quindi rosa corallo sì ma in abbinamento a sfumature o per calmare contrasti. Dal romantico al classico fino al country, via libera al living coral.

 

*Immagini da Pinterest

Chiudo con l’ intera palette primavera estate 2019 e i 12 must scelti da Pantone:

Buon lavoro a tutti per questa strepitosa stagione wedding 2019!!!

Grace

,

The colors of the italian graduation!

The colors of the Degree Red is the universally recognized color to celebrate the doctorate. In Italy, however, at each faculty and with differences between city and city corresponds a color of the touch pendant. Here are some examples:

White: Letters, Philosophy and Theology;

Blue is for Jurisprudence;

Red for Medicine and Surgery, Nursing and in Bologna also indicates Veterinary;

In the rest of Italy veterinary is Violet;

Pink: Pedagogy and in Padua means Education Sciences

Yellow: Economics and business except in Genoa that represents Languages ​​and literature;

Green: Mathematics, Physics and Natural Sciences and Biology;

Lille: communication sciences and languages;

 Black: Engineering

Knowing these colors can be useful to realize the bouquet to be delivered to the new graduate and to make favors and super personalized confetti! 😉 If you want more information, suggestions and ideas to celebrate your degree, contact me on whatsapp or via email:

+39 392 6194450 ( whatsapp)

Mail to: info@graceevent.net

We can provide you with location with DJ and catering, candy station and wedding favors, degree wreath and bouquet, car rental and everything you want!

Grace

 

, , , , ,

La storia delle mie bomboniere di miele dal 2012 ad oggi

Perchè mai dovreste leggere un post con la storia delle mie bomboniere di miele?

Semplicemente perchè ho scoperto che dal 2012 ad oggi continuano a piacervi le 3  solide basi su cui si fonda  l’idea di questi piccoli scrigni di dolcezza:

l’utilità, la semplicità e l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

A dire il vero le mie bomboniere bio nascono nel 2010 in versione marmellate, che sostituisco dopo 2 stagioni con il miele per un feedback poco positivo dei clienti a causa delle allergie/intolleranze verso certi tipi di confettura ( fragole, kiwi….) e per la difficile scelta dei sapori da proporre. Scelgo quindi di affidarmi ad un apicoltore della Brianza ( lo stesso che mi fornisce l ottimo miele dal 2011) e trasformo il prodotto in una bomboniera di miele.

  • Grafica personalizzata senza rinunciare a sigillo di garanzia, lotto e data di scadenza.
  • Etichetta creata in lab per la grafica ma stampata ed apposta sul vasetto direttamente dall’apicoltore.
  • Consegna del miele 3 giorni prima della realizzazione del cadeau per una garanzia di freschezza del prodotto;
  • confetti di primissima qualità.

Queste sono le  caratteristiche principali delle bomboneire di miele firmate Graceevent alle quali si è aggiunto nel 2017:

  •  confetti gourmet anche in 5 gusti assortiti;
  •  certificazione HACCP a garanzia tutela del cliente.

Nel 2018 nuova piattaforma E-COMMERCE per acquisti sicuri e garantiti, personalizzazione al 100% e SPEDIZIONE GRATUITA.

Centinaia di Battesimi, Comunioni e Cresime e Matrimoni hanno scelto le bomboniere di miele Graceevent world, chi per la semplicità, chi per l’iutilità del prodotto unito alla personalizzazione, chi per tenerezza, chi per golosità.

E’ una scelta rapida, sicura perchè tutti amano il miele sia come dolcificante che come accompagnamento di salumi e formaggi e ricette gourmet.

Personalizzare la bomboniera è semplicissimo, basta contattarmi indicandomi quantità,  i nomi, la data, il colore preferito e tema del ricevimento. Riceverete in breve tempo via email il preventivo ed il campione gratuito per confermare la scelta.

Vi lascio alle immagini “di repertorio” delle bomboniere per Battesimo, Comunione, Cresima e Matrimonio dal 2018  ad oggi.  Un tuffo nel passato da cui trarre spunto e qualche idea.  Io resto sempre a vostra disposizione per idee, chiarimenti e suggerimenti.

2012 battesimo gr.500

2013 battesimo bomboniera gr.250 e annuncio

2013 – Bomboneira gr.500 con annuncio e confetti bicolore

2014 Comunione gr.40

2015 Comunione gr.250

2015 Cresima gr.40 con spighe naturali

2016 Battesimo gr.40

2016 Battesimo gr.250

2016 Battesimo sacchettini e spargimiele

2016 Matrimonio girasole e juta

2016 Trittico per Matrimonio

2016 Matrimonio lavanda

2017 Battesimo il ritorno ai colori tenui

2017 Matrimonio con grafica coordinata per tableau, menu e partecipazioni

2017 NOVITA’ Bomboniera zucchero colorato per Battesimo

2017 NOVITA’ Bomboniera miele gr.120

2017 Bomboniera Matrimonio gr.120

2018 Cresima con confetti gourmet

2018 matrimonio Boho

2018 Matrimonio rustic chic

2018 Comunione con confetti gourmet

Contattami senza impegno a info@graceevent.net oppure whatsapp al +39 3926194450 per richiedere un preventivo gratuito.  Se le mie bomboniere ti hanno già convinta e vuoi solo eprsonalizzarle vai direttamente sul sito www.graceevent.net, prenotale e richiedimi la personalizzazione gratuita. Spedisco in tutta Italia gratuitamente.

Felice evento,

Grace

 

 

 

, , , , , , ,

Lavanda romantica per cerimonia e ricevimento

Peonie, rose bianche, lavanda e qualche tocco country per allestire un matrimonio con rito civile in location e ricevimento fra le vigne.

Mamma e sposa romantica dell’Europa dell’est ha scelto il colore glicinecome tema principale. Abbiamo elaborato il tableau in stile shabby, il menu con la lavanda . La mattina del matrimonio agli inizi di Luglio, abbiammo allestito  la casa della sposa e dello sposo e l ‘auto sposa. Infine abbiamo allestito la cerimonia e i tavoli delr icevimento. Per ultimo torta e confettata. Una giornata inizata molto presto e finita molto tardi…….tipico del mio lavoro!! Un team favoloso con 2 splendide donne mi ha aiutata con precisione e determinazione. Tutto puntuale fino al Sì lo voglio!

Occuparmi degli allestimenti dopo tanti anni di organizzazione mi permette di avere chiaro i focus della giornata e di conseguenza di creare un progetto che metta in evidenza i punti più importnati della cerimonia, ottimizzando al massimo il budget. Il riceivmento  segue perfettamente il fil rouge dell’evento e completa con timing e logistica perfetta ogni dettaglio. Anche semplice. Perchè non è il budget a determinare la buona riuscita di un evento ma l’organizzazione e la professionalità. Un budget alto aiuta nella scelta di ottima qualità e quantità dei materiali ( fiori, tessuti, arredi…) ma non deve essere indispensabile per la riuscita del progetto.

Vi lascio alle immagini e se gradite un mio consiglio mi trovate quì: info@graceevent.net

Oppure potete trovare le mie soluzioni personalizzate nello store online: www.graceevent.net

PS: e se mi scrivi ti omaggio con un super sconto!

Team graceevent

 

 

, , ,

Come allestire semplicemente country style

Questa sera sono finalmente tornata a scrivere sul mio blog!!! E’ partita la stagine weddings ed è tempo di realizzare ma anche di condividere le realizzazioni con voi.

Vi parlo dello stile country perchè gli allestimenti di questi 3 matrimoni in Tenuta Valcurone si ispirano proprio a questo tema, declinato con colori simli come il bianco e il verde, fiori di campo e tanta freschezza.

Passeggiate tra i sentieri campestri e di montagna. Profumo del legno, delle margherite e tanti piccoli doni a tema come le simpatiche matite in corteccia.

 

Mele verdi, lime e kiwi accompagnano il tema green, mentre la mousse di zucchine e nocciole e la crema di piselli realizzate dal nostro Chef  si abbiano perfettamente al Menu grren.

Francesca e Riccardo invece, si sono ispirati alle città e paesi che hanno visitato. Quindi ogni tavolo ha rappresentato: Canada, valle d’Aosta, Parigi, Malaga, Sardegna, Santo Domingo.  Ho osato con i colori e utilizzato contenitori diversi fra loro. Latta, coccio, vetro, paglia: tutto insieme!

E adesso pronti per rappresentare il tema boho e quello bianco e rosso. Alla prossima settimana!

Grace

info@graceevent.net

, , , ,

GLI ACCESSORI DELLA SPOSA

Il look di una sposa è perfetto nel momento in cui è in grado di farla sentire la più bella delle donne, dal primo istante all’ultimo, e anche tutte le volte che si riguarderà nelle foto o nei video!

Ma per poterlo essere, non si può contare solo sull’abito giusto, che per poter risaltare al meglio deve essere accompagnato anche dai giusti accessori. È fondamentale che questi si adattino e abbinino al meglio, pertanto è opportuno acquistarli solo dopo aver scelto il vestito, e mai prima.

Parlando di gioielli, è preferibile optare per modelli più semplici nel caso in cui l’abito sia già molto elaborato, se invece è il vestito a essere semplice, si può osare – senza esagerare – indossando modelli più particolari.

È altrettanto importante che questi si abbinino sia al colore che al tessuto dell’abito. Il bianco per esempio risulta meraviglioso se accostato ad argento, platino e perle, considerate le gemme per eccellenza per madri e spose. Secondo una leggenda infatti esse sono nate dai raggi della Luna come figlie di Artemide, protettrice del matrimonio, della fertilità e del parto.

Collana e orecchini devono essere scelti anche in base alla scollatura dell’abito e all’acconciatura. Un vestito con scollatura a cuore o senza spalline, a cui si aggiunge un capello raccolto, sta benissimo con un girocollo o un collier che, se molto vistoso, deve essere abbinato a degli orecchini a lobo.

Gli orecchini pendenti si adattano a una collana lunga, meno “ingombrante”, con cui accompagnare un abito dallo scollo a V. Sono perfetti anche con un vestito accollato, in sostituzione della collana che in questo caso risulterebbe sicuramente di troppo.

Parlando invece di accessori “da polso”, come guanti e bracciali, è importante sapere che gli uni escludono gli altri. I guanti inoltre, pur non essendo indispensabili, conferiscono sicuramente un tocco di eleganza e romanticismo. Tuttavia, vanno indossati seguendo determinate regole, dettate dal tipo di abito e dal tipo di cerimonia: più il matrimonio sarà formale, più lungo dovrà essere il guanto. A prescindere dal modello, ricordatevi che i guanti vanno sfilati prima dell’inizio della funzione, momento dopo il quale non saranno più indossati.

Come sempre quando si tratta di outfit, ricordatevi di mettere voi stesse e la vostra personalità al primo posto, e la raffinatezza al secondo. Scegliete prima di tutto con il cuore, e vedrete che non sbaglierete!

As usual, rimango a disposizione per ulteriori consigli utili.

A presto,

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: Pinterest

 

, , , , ,

RITI DAL MONDO: INGHILTERRA – FAMIGLIA REALE PT. 2

Venerdì abbiamo iniziato il nostro viaggio attraverso le tradizioni dell’iconica royal family inglese che,  nonostante le rigide regole e l’etichetta, sa bene come tenere un party! Soprattutto nuziale…

I festeggiamenti per gli sposi iniziano infatti dall’addio al nubilato e al celibato. Chiamati rispettivamente hen do e stag do, possono durare un week end o anche di più e sono all’insegna del lusso e dell’eleganza e (purtroppo) top secret.

Il giorno del matrimonio è composto da ben 3 “ricevimenti”, in 3 momenti diversi della giornata e con funzioni diverse. Prima della cerimonia, che si tiene solitamente la mattina preso, la famiglia reale si riunisce per una colazione altrettanto reale, chiamata wedding breakfast, al fine di celebrare insieme un evento così significativo.

Dopo la cerimonia e il giro degli sposi in carrozza, si tiene il pranzo di nozze con tutti gli invitati al matrimonio. Il pranzo dura fino al pomeriggio e poi, mentre un comune mortale dopo ore di ricche portate la sera si beve al massimo la tisana dimagrante, la famiglia reale organizza un ricevimento serale per i familiari e gli amici più intimi, non aperto al pubblico.

Curiosità: a causa della maggiore probabilità di causare un’intossicazione alimentare, i crostacei sono vietati per ogni menù reale, soprattutto per il matrimonio. Inoltre la Regina ha severamente proibito l’uso dell’aglio per i piatti a palazzo.

Prima di scoppiare nei vestiti però, la coppia reale saluta i sudditi dal balcone di Buckingham Palace, e si dedica al servizio fotografico con tutti i familiari, dai più anziani ai più piccoli. Lo scopo è quello di trasmettere ai sudditi la tranquillità per un sicuro proseguimento della stirpe e per far apprezzare la longevità della famiglia.

In passato, prima dell’invenzione della fotografia, i momenti importanti a palazzo venivano immortalati tramite un ritratto ufficiale. La prima coppia reale a essere fotografata è stata infatti quella di Re Edoardo VII e della Regina Alexandra.

Dopo i doveri e i piaceri, arriva la torta! Di norma in Inghilterra la wedding cake è una torta alla frutta, e non è insolito che nei ricevimenti reali ne vengano servite due. Al matrimonio di Kate e William, per esempio, è stata servita una torta di frutta a 8 piani realizzata dalla pasticcera Fiona Cairns e un’altra al cioccolato e biscotti, la preferita del principe e molto gradita anche dalla Regina. Harry e Meghan hanno in tal senso rotto la tradizione, optando invece per una torta al pan di spagna farcita con crema al limone e rivestita con una crema al burro meringata ai fiori di sambuco, realizzata dalla pasticcera Claire Ptak.

Inutile dire che le avremmo mangiate volentieri tutte e tre!

Se siete curiosi di scoprire altri aspetti tipici dei matrimoni reali, scrivetemi!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo ?

Un abbraccio! Anzi…

Best regards!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: www.royal.uk, www.instyle.com, www.townandcountrymag.com

 

 

 

, , , ,

THE FLOWERS AND THE WEDDING

In the Past, most of all during Romanticism, the language of flowers were used to communicate messages and express each kind of feeling, especially love.

In our present flowers have a massive importance too, in some occasions, like the wedding, are even fundamental. It’s not a case that the firsts images that we associate to the idea of wedding represent a wonderful flower arrangement or a delicate bouquet.

But, if today the function of flowers is essentially decorative, in the past they were actually used in order to express many meanings, both religious and symbolic, depending on the country and its culture, and often on the historical period. In Ancient Egypt – that is, according to some sources, also the bouquet’s historical homeland – people used aromatic herbs, often with garlic, to protect bride and groom from mean spirits.

A similar custom was common also in Greece, place where the myrtle, considered sacred to Aphrodite, was a symbol of love, beauty and energy.

In England too, during the Elizabethan Age, the aromatic herbs were the plants which accompanied the bride, especially rosemary that, picked up in small bunches, symbolized memory and loyalty.

As the years passed, the early bouquets began replacing the aromatic herbs, even though their purpose was neither to express emotions nor to embellish the bride. In fact, during Middle Age, because of the lack of hygiene, the flowers were the only “natural” method to contrast the bad smell of bride, groom and guests.

However in Italy, during the invasion of Sicily by Moors, that took place between VII and IX’s century, the traditional habit, from Arabian culture, to adorn the bride with orange blossom were introduced. The orange blossom are nowadays considered the flowers dedicated to the marriage par excellence, in order to wish prosperity and happiness to the couple, and as a symbol of bride’s virginity and purity.

Another uncontested bouquet and flower arrangements’ queen is the rose, inspirational muse of artists and poets, who defined it the “queen of flowers”, “daughter of the sky” and “glory of spring”. But, as many Flowers Dictionaries say, not all the roses are good for the wedding! At least according to the language of flowers…it’s clear that in modern weddings there are other causes that influence the choice: personal taste, season, budget and style of the wedding.

If you need other information, just write to me!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

, ,

RITUALS AROUND THE WORLD: HAWAII

Today our adventure begins in a place that houses people’s dreams, for its landscapes’ beauty, the enchanting beaches, the uncontaminated and wild nature. A place where the shore of the crystal clear sea is a few steps away the thick and verdant forest, and where the gaudy colours of the flowers fill the eyes. A place that preserve the tradition of the past, and customs and symbols of the ancient nuptial ceremonies: flowers’ garlands… hula… the blowing of the shell… welcome to the Hawaiian wedding.

The element that most of all represents the Hawaiian culture is of course the garland, called Haku Lei, a traditional floral composition, formed by about 50 flowers connected with a ribbon. It is worn around the neck or on the head to celebrate a special occasion or donated as symbol of affection. During the nuptial ceremony, the bride wears the Haku Lei in substitution of the voile, realized with pikake (white jasmine), tuberoses or ginger’s white flowers. The groom wears instead a garland made by maile’s leaves, braided with white jasmine or tuberose’s flowers.

The wedding ritual begins with the triple blowing of the Pu, or conch shell. This gesture pay homage to Christianism, considering that the three sounds represent the Father, the Son and the Holy Spirit, and so the intention of the couple to follow the Christian values in their new home. The ceremony is celebrated by a kahuna pule (minister), who formalizes the bond of the couple uniting their hands with a maile’s leaf.

Another typical symbol of the Hawaiian archipelago is the hula, an ancient and sacred dance that expresses feelings or tells a story. In the traditional ceremonies, the type of hula was chosen in order to narrate the story of the couple; but nowadays the hula is just a form of entertaining.

After the ceremony they celebrate the wedding reception, called luau. The main course of the party is the kaula, pork cooked for an entire day in an underground oven. Other typical dishes are: poi (colocasia esculenta’s root pasta, similar to the potato), kufolo (a custard of colocasia esculenta and coconut), lau lau (pork, beef or fish, salted and rolled up in ti’s leaves), poke (seasoned raw fish and algae), tropical fruit and more meat, poultry or dishes based on seafood. During the entire party the typical music, with drums, guitars and ukuleles, makes the atmosphere happy.

I’ll be expecting you next month with a new ritual around the world ?

Big hug!

Well…

Aloha!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

,

THE STORY OF THE PARTY FAVOURS

The party favours are, especially in Italy, an essential element for each kind of event: from the baptism to the graduation, the holy communion to the anniversaries, and of course the wedding. It represents not only a memory of the special day, but also a way to say thanks to all the people who participate, with their physical presence or with a simple gift.

Its custom has very ancient origins, and during the ages it changed many times, except for an “ingredient” which remained unchanged: the sugared almond, called “confetto” in Italy. Party favour, “bomboniera” in Italian, comes from the French “bombonnière”, a term that in the XVIII century indicated a small box containing the typical sweets in that periods, the bon-bon, which were almond covered with honey.

However, in Italy were already common in 1400, when, for their engagement, the future bride and the future groom, with the respective families, gave caskets or small boxes for sweets to each other. Moreover, the day of the wedding, the groom used to donate to the future wife a “coppa amatoria”, a ceramic cup full of sugared almond, symbol of prosperity and fecundity.

In England instead, in 1500 was common the habit of the “sweetmeat box”, containers realized with refined materials and decorated with precious stones, containing sugared almond or sweets. A research says that during the celebration of New Year’s Eve in 1574, Queen Elizabeth I received a lot of sweetmeat box as wish for the new year.

But is in 1896 that the party favour assumes the meaning that today we associate to it. It seems that at the wedding of Vittorio Emanuele, Prince of Naples and future King of Italy, and Elena del Montenegro, the invites brought the party favours as gifts, making them become the official gift of the marriage and beginning the tradition.

The sugared almond has ancient origins too, attributed to a Persian scientist, Al Razi, who used to cover the bitter pills with a layer of sugar.  Nowadays they are a commonly associated to the party favours, and following the etiquette they always have to be in odd number, because it represents the idea of union’s indivisibility. The more common number is 5, but each number symbolizes a different meaning:

  • 5 “confetti” mean fertility, long life, health, prosperity and happiness;
  • 3 “confetti” mean the couple and the child;
  • 1 “confetto” means the uniqueness of the event.

The colour has for tradition a significate associated to the type of ceremony: light blue or pink for baptism, pastels sugared almond or multi-coloured for birthdays, and classic white for holy communion, confirmation and wedding.

If you’re curious to know more anecdotes about party favours and sugared almond, write to me!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Images from: Pinterest, www.graceevent.net

 

, , , ,

RITUALS AROUND THE WORLD: UNITED STATES

It doesn’t matter what kind of movies or tv shows do you like most, you must have seen it once! And probably, it made you daydream, giving you inspirations and ideas or simply sighs of adoration! I’m really talking about it… the American wedding!

Ceremonies on the beach, exotic garden and luxury hotels. Brides that arrive aboard a carriage or a Harley Davidson. Unchained receptions until late at night which involve dj, band, dance crew, fireworks, caricaturist, magician and invite with innate talent as comedian, dancer or singer (or stripper!).

Joking aside, it’s obvious that in the States the marriage is an event to celebrate grandly and often, if the economic conditions allow it, it lasts also more days. Think about, for example, at the famous bachelor or bachelorette party, organised respectively by the best man and the maid of honor, who will be the two people that, more than everyone else, will help groom and bride organising the wedding. This is the reason why usually this role is given to best friends or siblings.

Another typical tradition that precedes the wedding day is the wedding rehearsal, during which all the fundamental moments of the ceremony are coordinated, such as the entrance of bride and groom, bridesmaids and groomsmen.

After the wedding reharsal, usually the night before the wedding, they organize the reharsal dinner. Bride and groom reunite some of the guests, generally close friends and relatives, in order to thanks them and, if they didn’t before, to make them meet, so they all can spend a pleasant night together. Activities generally include toasting (or roasting), from roast, a form of American humour in which a specific guest, is subjected to jokes at their expense, intended to amuse the rest of the “audience”.

Ceremony doesn’t consider a unique and specific ritual: because of the large amount of different culture which coexist in United States, it’s not rare the bride professes a different religion than the groom. In these cases, or they choose one of them, or the wedding is officiated by a state official. Of course there is nothing to prevent them to celebrate two ceremonies!

For the reception there are many possibilities and obviously they choose location and method considering style, theme and most of all financial means. Often bride and groom don’t stay until the end of the party, but they prefer to leave for the honeymoon in the middle of the reception. In this case the parents say goodbye to the guests and donate them the party favors. But if they prefer to greet and thank the invite in a very special way, they organize a brunch the morning after the wedding.

If you are curious to know more about the American traditions, don’t hesitate and contact me!

I’ll be expecting you next month with a new ritual around the world 🙂

Big hug!

Well…

XOXO

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Images from: Pinterest

, ,

ORIGINAL AND FUNNY IDEAS FOR PHOTO BOOTH AND GUEST BOOK

Considering the funniest and most particular trends that comes from the States, photo booth and guest book are an excellent solution to involve your guests and entertain them during the wedding reception.

Photo booth, which is literally the “cabin” where the passport photos are made, has been readjusted, referring to events and weddings, to indicate an extravagant photo shoot during which people use wigs, masks and crazy accessories.

The guest book is traditionally a book where the guests can sign or write special dedications, but recently bride and groom personalize it with other “memory ideas” even more original and strange.

For the photo booth area the most simple choice concerns the accessories in coloured cardboard, which are easily available online: glasses, fanny hats, champagne flutes, mustaches… If you want to make them more interactive you could create white speech bubbles, so that the invites can write on them what they want. In this way you avoid the risk of a boring album, moreover you give the occasion to the more creative guests to express themselves!

If you desire to realize some decorations on your own, you can create some frames perfect for the group pictures. They can imitate the socials’ screen, like Instagram, or adapt to the wedding’s style. The frames can also be incorporated in particular themed structures: vintage sitting room, Barbie and Ken’s boxes, museum’s wall, ice-cream truck, fantasy background…use your creativity!

The guest book is, with the photo album, the collection of all the most beautiful memories of the wedding, but the difference is that the guest book is completely managed by the invites! The album, more than dedications and signatures, can contain Polaroids realized with specific cameras made available to the guests.

But if you don’t want that these memories remain a simple book to leaf through, you can make them pieces of furniture! Puzzles to sing that you can complete at home and then hang; stones or little stones to insert in vases, pitchers or jars; wooden hearts or carved bark; easel, canvas and tempera for artistic or personalised paintings, such as the “imprinted” tree or balloons.

The ideas are really numerous and if you like the option of the photo booth of guest book area, don’t limit fantasy and originality!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Images from: Pinterest

 

, ,

RITUALS AROUND THE WORLD: INDIA

Our travel throughout the rituals around the world continues, leaving Japan and moving to India, a country symbol of fascination, extravagance, uncontrolled dances, gaudy colours and spiced aromas.

The celebration of Hindu wedding is characterized by a sequence of rituals, in order to wish good luck and prosperity to bride and groom, and to unite the family too, which after the marriage will share an indissoluble bond.

Two or three days before the wedding they celebrate the Haldi ceremony: during this celebration the guests apply a paste based on curcuma,  chickpea’s flour, sandalwood and roses’ water on bride and groom’s hands, foot and face, in order to light up their skin and wish them good luck.

The day before instead, just like a bachelorette party, the bride with her female friends and relative decorate her hands and foot with hennè, within a technique called Mehndi, to celebrate the journey to the marriage. At the same time a Mandapa, a big gazebo, is built and decorate with flowers in the location chosen for the celebration of the wedding.

The ceremony starts with Baarat, the groom and his family’s arrival, that is honoured by the bride’s family during the Milni ritual. In this ritual each participant receive a marking on their forehead with red kum-kum, a powder based on curcuma and saffron.

After the families’ encounter and the adoration of Ganesha, the destroyer of all the obstacles, bride and groom go to the altar.  The groom is the first person who enters and drinks a celebrative beverage. The arrival of the bride, dressed with the traditional sari, is called Kanya, and when she is near the groom they exchange the flower garlands, in a ritual called Jai Mala.

During the Kanya Danam ceremony, the bride’s father gives custody of her daughter to the groom, who promises to assist the girl in the realization of the three sacred nuptial objective: Dharma, Artha and Kama. At this point the Vivaaha-homa begins. It consists in the lighting of a sacred fire, essential element in the principal and central part of the ritual: Saptapadi (seven steps around the fire), in which the couple makes seven steps around the fire, each of them accompanied by a prey and seven promises. In the end the groom ties around her wife’s neck the mangalasustra, a necklace with the symbols of Shiva and Vishnu, that represent the emblem of married woman. This condition is also emphasized by the Sindoor, a red powder that the groom apply on his wife’s central parting and forehead.

The nuptial ceremony concludes with the Aashirvaad: groom’s family offers gifts to the bride and the guests throw flowers’ petals towards the new couple, that after the reception reach their home bringing with them, in a brazier, the sacred fire in front of which they get married.

If you’re curious to discover other traditions of Indian culture, just write to me!

I’ll be expecting you next month with a new ritual around the world ?

Big hug!

Well…

नमस्ते

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Images from: Pinterest

, , , ,

PAPER DECORATIONS: AN ALTERNATIVE OPTION FOR EVENTS AND WEDDINGS

Floral arrangements are of course the most normal choice to decorate a wedding. In each shape or shade, they can fascinate everyone with their simple, undeniable beauty. Unfortunately, they’re not always also the most economic option. Flowers are in fact needed for ceremony and reception’s location, bridal’s bouquet, boutonnières and centrepieces, so that is necessary to spend a considerable amount of money. Luckily exists a more economical solution, able to substitute or enrich floral arrangements without sacrificing their scenic effect: paper decorations!

Homemade lovers already know it, with paper and imagination is possible to realize each kind of decoration. Festoons are the most simple and immediate and they can be hung to the walls or used for hanging ceiling arrangements.

In addiction, or in alternative, to the festoons, lanterns or paper honeycomb balls can be utilized. They can be realized in many dimensions, and are wonderful both for interiors and exteriors.

For the people who prefer to adorn lateral areas, paper garlands are ideals: they in fact assume, in addition to a decorative role in the location, a perfect background for photo shoot and photo booth, creating unique memories with friends and relatives. They’re created in many models, origami’s, boats’, ice creams cones’, and the ones who consider flowers fundamental can opt for the gorgeous paper flowers!

They’re already a trend overseas, and appeared for the first time in 2009 during the Chanel’s runway show. Paper flowers are ideal in many events, and adapt perfectly to each theme or palette: from pastel nuances to bright colours, two-coloured or monotone, created in different dimensions  depending on their use. Small or medium sized paper flowers are used for festoons or garlands, large sized ones for hanging decorations or lateral walls, and in the end giant paper flowers, perfect for photo shoot or to embellish ceremony’s naves or arches.

For a more realistic effect, it’s possible to add also the steams, in order to obtain “flowers” ideal for centrepieces, fable scenography and, why not, for the bridal’s bouquet too!

Unlimited possibilities for unlimited styles, from the romantic to the funny one, the vintage or the modern one, paper decorations arrangement can lend that original and refined signature, which will make unique your wedding!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Images from: Pinterest

 

 

 

 

, , ,

RITUALS AROUND THE WORLD: JAPAN

Imagine a temple in gaudy colours… wonderful cherry blossoms… an ancient and evocative melody… Imagine the smell of tea… an intimate and solemn atmosphere…  bride and groom in kimono…                                                 Imagine a place whose culture, so suggestive and fascinating, inspired movies, theatrical works, books, that we all heard about. Well… if you’re imagining that… you’re already part of a Japanese wedding ritual!

Actually, because of the different cultures that coexist in Japan, there’s not an only ritual which is valid in all the country; however the shinto ceremony is one of the most common, austere and full of symbolism. Shinto wedding is celebrated in a temple, where the bride, hanayome, and the groom, hanamuko, sit together, in the middle of the room, in front of the minister. Near them just the nakōdo, an elderly couple of acquaintances with the function of mediator between the bride and groom’s family. Parents and relatives sit at the sides of the room, quite distant, while the other guests wait outside.

The culminating moment of the ceremony is the san-san-ku-do, literally “three-three-nine-times”, that consists in the exchange of nine cups of nuptial sake between bride and groom, who finally go to the sanctuary’s core in order to offer to the kami the sacred sakaki’s twig.

Another typical ceremony in Japan is the Tea Ceremony (cha no yu – “hot water for tea”), a ritual created in XVI century by the Buddhist Zen monk Sen no Rikyū, which consists in the preparation and presentation of matcha, green tea that is pulverized and blended with hot water using chasen, a specific bamboo whisk.

This ceremony is usually divided into three moments: kaiseki, light meal eaten before tea; koicha, thick tea; usucha, light tea, the only moment that is generally celebrated because the entire ceremony would be too long. The usucha is celebrated by a geisha who prepares tea following and elaborated code of etiquette, and then offers it to the bride, the most important guest, to the groom, and in the end to the other invites.

The uniqueness of these rituals is emphasised by the traditional clothing of the bride and the groom. The groom wears the aori kahama, the samurai’s long pleated skirt with the black kimono-jacket. The bride wears instead the shiromaku, a sumptuous white kimono in brocade, symbol of pureness and availability to start a new life, meaning underlined also by the white hat, called tsuno-kakushi, wore upon the hairpiece.

This is just a part of the wonderful wedding traditions in Japan. If you’re interested to receive more info, contact me on e-mail or facebook!

I’ll be expecting you next month with a new ritual around the world 🙂

Big hug!

Well…

体に気をつけてね

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Images from: Pinterest

, , , ,

COLOURED IS THE NEW WHITE: WEDDING SHOES TREND 2018

White, synonymous of candour and purity, is the traditional and classic bride’s ideal colour. However the total white next year won’t be a trend anymore, especially for what concerns bridal shoes. For a modern and original look, coloured, alternative and peculiar footwear is preferred, that the brides can reuse in other events or special occasions.

For the women with a delicate taste and a vintage/boho style, we suggest pastel nuances, in particular pale pink (a colour proposed also for the new wedding dresses), embellished with jewels, bright rhinestone or lace; which alternate with the romantic gold or silver shades, for a fascinating timeless look.

The model of White collection by #VeraWang is wonderful: a twisted satin peep-toes, decorated with a chiffon flower, available in blush or ivory.

The Bridget 85 by #JimmyChoo are also gorgeous but more traditional: platinum ice dusty glitter round toe pumps, which magnificently work just as well with jeans as they do with sharp tailoring.

The rock and alternative brides may prefer footwear with vibrant, intense tones, in order to create an eccentric look and to make it entangling and captivating. For the women with a “dark soul” the black shoe is probably the best choice, even because black is getting a discrete success for the wedding dresses too.

The “comfortable solution” is the most appreciated, in fact the brides will avoid exaggerated heels, leaving space for more moderate, but refined and elegant, heights. Sandals, decolleté and lace up, so fashion recently.

The brides allergic to any kind of heel who can’t renounce to originality, may opt for personalized sneakers or converse with white tulle or satin bow, beads, tags; as an alternative to the classical ballerina flat, that remain a certainty anyway, most of all in case of “uncomfortable” locations.

Moreover, they’re both flat shoes, so they’re ideal for a look change, when the bride wants to go wild with her guests or simply to return feet on the ground after a very long and tiring day…but always with style!

No matter what your choice is, it is it would be better to match the coloured shoe model with the tones chosen for the wedding, in order to create an harmony with all the elements that will surely make perfect your big special day!

Desirée – Wedding planner

desi.piazza24@gmail.com

 

 

 

 

Images by: Pinterest, David’s Bridal and Jimmy Choo official website