Per una bellissima coppia che ha scelto una località da sogno come la Val d’Orcia, non potevo non proporre le partecipazioni Ulivo!

In questo caso con Serena la sposa abbiamo scelto un mix fra 2 proposte:

  1. la carta craft riciclata e la corda per la parte esterna della partecipazione;
  2. la grafica ulivo per la stampa.

Infine una richiesta speciale della sposa: poter avere l’ulivo fresco a chiusura della partecipazione…a Gennaio!

Se una mia sposa chiede, il mio sitinto è quello di  smuovere mari e monti per ottenere quanto richiesto, purtroppo sono fatta così!

Quindi, dopo ricerche e richieste ai miei super fornitori di fiori, finalmente ho trovato qualche ramoscello d’ulivo fresco da utilizzare per pic di chiusura delle partecipazioni.

Le partecipazioni, infine, sono state riposte nella WEDDING INVITATION BOX, con un cuore di rami di ulivo beneaugurante, velina profumata e qualche  confetto di mandorla italiana, per addolcire ulteriormente il momento dell’apertura.

Questo è  il primo post dell’anno dedicato alle partecipazioni, quindi di seguito vi scrivo qualche consiglio sul contenuto e sulla consegna di questo importantissimo elemento della stationery!

 

 

 

Cosa contengono le partecipazioni di matrimonio:

  • Parte annuncio: dove si annuncia a tutti il lieto evento con indicazione di data, ora e luogo cerimonia.
  • Parte invito: riservato a chi si desidera invitare al ricevimento, contiene l’indirizzo della location  ( via, numero civico e provincia); Consiglio in questa sezione di indicare anche i riferimenti telefonici utili per  rispondere all’invito, e la data termine entro la quale rispondere ( siate previdenti, tanto la maggior parte degli invitati sforerà sicuramente il termine!! 🙁 …)
  • Sezione lista nozze o informazioni: questa sezione è la più dibattuta fra le coppie, c’è chi la trova pratica e chi la reputa troppo esplicita. In questo caso do un paio di suggerimenti: per la lista nozze createvi un sito, anche gratuito, dove inserirete tutte le informazioni relative alle locations, all’eventuale ospitalità e appunto i dati per la lista nozze. Nella partecipazione basterà indicare il sito internet. Per le informazioni su codice di abbigliamento  (DRESS CODE )e altri consigli del timing dell’evento, scriveteli direttamente nella sezione Info. Rispetta il galateo, è pratico e molto gradito dagli invitati.

Quando consegnare le partecipazioni:

Tra i 90 e i 60 giorni prima dell’evento, e se questo è in pieno periodo estivo consiglio anche 90/120. Se avete ospiti che provengono dall’estero inviate 6 mesi prima un “Save the Date”, in modo che possano organizzare il viaggio, e poi successivamente seguirà la partecipazione vera e propria, con tutte le informazioni utili.

Come consegnare le partecipazioni:

negli ultimi due anni, causa pandemia, la consegna delle partecipazioni si è prevalentemente svolta via posta, con appuntamento in video call degli sposi ,per una chiacchierata on line con gli invitati.

Ovviamente il contatto umano è sempre la soluzione migliore, riuscirete a creare empatia con i vostri ospiti, trasmettendo tutte le vostre emozioni dell’organizzazione e aspettative del giorno. Quindi se possibile e consentito, via agli appuntamenti!

Consiglio una scatolina di degustazione confetti, magari preincartati o in sacchettini monoporzione da lasciare agli invitati oppure muniti di un cucchiaio per la consegna dei confetti.

Le partecipazioni come quelle di Serena e Edoardo le trovi nell’Eco Design Store:

 

Nel frattempo ti abbraccio e ti  auguro una  splendida organizzazione del tuo matrimonio!

Grace

Info@graceevent.net

Whatsapp 392 6194450

Le bomboniere hanno una storia lunghissima (la loro nascita e diffusione risale a circa 5 secoli fa!) e sono da sempre simbolo di buon auspicio e fertilità. Inizialmente scambiate tra le famiglie degli Sposi, sono poi diventate il ringraziamento personale della coppia verso i propri invitati. Il nome deriva da “bombonnière”, il termine francese per indicare la scatolina dov’erano contenuti i “bon bon”, i dolcetti, che al tempo non erano confetti bensì mandorle ricoperte di miele. Ma perchè proprio il miele?

Il miele era fin dall’antichità simbolo di ricchezza, abbondanza e fertilità. Pensate che nel Medioevo la famiglia della Sposa come simbolo di buon auspicio era solita regalarne allo Sposo un vaso colmo. Andando ancora più indietro con il tempo, nell’antica Roma il miele veniva regalato agli Sposi affinché potessero mangiarne durante la prima notte insieme – da cui, appunto la “Luna di miele”. Oggi, nonostante le tradizioni siano ben cambiate, il miele resta comunque simbolo di abbondanza, affetto e dolcezza!

Ecco perché più di 10 anni fa ho deciso di creare le mie prime bomboniere alimentari di miele, che ancora oggi sono più apprezzate che mai! Protagonista indiscusso è il vasetto personalizzato con nomi e data degli Sposi. Ad accompagnarlo al suo fianco un piccolo spargimiele in legno. E, legato a questo, non poteva mancare il classico sacchetto con i 5 confetti (anche questo numero è una tradizione!). Il packaging? Semplice e pulito, ma che segua le tendenze.

Bene, ma perché scegliere una bomboniera alimentare? Primo, per il suo significato. Secondo, perché é un regalo apprezzato da tutti: bambini, mamme (che lo possono utilizzare anche in cucina) e papà (che di solito lo mangiano di nascosto!). Credo sia piacevole per tutti sapere che il proprio regalo donerà un dolce momento ai propri cari piuttosto che vederlo abbandonato su una mensola a prendere polvere, no? Proprio per questo, le bomboniere alimentari stanno diventando sempre più ricercate e di tendenza. L’idea migliore poi è quella di personalizzarle con una propria frase di ringraziamento, un piccolo oggetto da conservare (lo spargimiele) e i classici confetti. Qualche mese fa poi ho avuto un’idea innovativa per rendere il dono ancora più apprezzato: la carta piantabile! Un copritappo ecologico che darà al vostro vasetto un’aria ancora più simpatica e farà fiorire l’amore nelle case dei vostri ospiti. Come funziona? Semplicissimo: basta lasciarlo a bagno per una notte intera, poi piantarlo sotto qualche cm di terra e annaffiarlo periodicamente. Dopo qualche settimana.. la magia!

Infine, vorrei affrontare con voi un grosso dilemma: il minimo d’acquisto. Le bomboniere personalizzate sono molto amate, ma spesso per queste viene richiesto un numero minimo per la personalizzazione. Come fare allora? Il mio pensiero è stato quello di venire incontro alle vostre richieste creando il Kit bomboniere fai da te. Una box contenente tutto il necessario per creare le mie bomboniere, con tanto di vasetto personalizzato a cui potrete aggiungere tutto quello che preferite! Il numero minimo di pezzi è di 10 e, una volta ordinata, la box verrà recapitata direttamente a casa vostra. Cosa ne pensate?

Il rito civile e simbolico, a differenza di quello religioso, è generalmente più sintetico e potrebbe per questo risultare un po’ troppo ufficiale, quasi freddo. Perchè non abbinare allora alla lettura degli Articoli del Codice Civile anche quella di testi o lettere degli Sposi o Testimoni o, meglio ancora, un rituale dal forte significato simbolico?

I riti utilizzati durante i matrimoni sono moltissimi e variano da cultura a cultura e da Paese a Paese, ma quelli che ho deciso di presentarvi oggi sono i più conosciuti e quelli dalla più forte carica emotiva, che resteranno sempre nei vostri ricordi e che avranno il loro posto d’onore anche nell’album di nozze, essendo anche esteticamente molto belli. Vediamo allora insieme i riti più scelti ed emozionanti

Il Rito della Luce

Utilizzato a volte anche durante le cerimonie religiose, il Rito della Luce (detto anche Rito delle Candele) è una pratica semplicissima ma fortemente emotiva: gli Sposi, uno alla volta, accendono un cero ciascuno, simbolo della propria vita vissuta fino a quel momento, il proprio percorso; una volta accese entrambe le candele, gli Sposi le usano per accendere insieme una terza candela che rappresenta la loro nuova vita uniti: da due fiammelle una sola, che accompagnerà il loro cammino e sarà testimone del loro amore.

L’occorrente è molto semplice: un accendino, due candele generalmente più piccole e una terza più grande, magari decorata. Il tutto viene reso molto più suggestivo da una cornice di fiori freschi, petali, sottopiatti in legno o simili, belli da conservare anche dopo le nozze.

Quando farlo: il Rito della Luce si può svolgere all’inizio, alla fine o durante il matrimonio. L’idea che preferisco, però, è quella di dividere in due parti il rituale: la prima, quella dell’accensione delle candele singole, da svolgersi all’inizio della cerimonia, non appena gli Sposi si presentano davanti all’altare. La seconda, l’unione delle due fiamme, alla fine, dopo essere stati proclamati Marito e Moglie. In questo modo, il rituale accompagna il rito e dona maggior forza ai singoli gesti. NB: se optate per la divisione in due parti, ricordatevi di dividere anche il testo del rituale sul libretto cerimonia!

Vorresti ricevere una bozza del libretto cerimonia civile/simbolica con rito della luce?

Il Rito della Sabbia

Anche il Rito della Sabbia è uno dei rituali più comuni, forse ancora più amato e scelto soprattutto nei matrimoni più colorati e artistici ma dal profondo significato romantico: anche in questo caso si tratta dell’unione simbolica della vita degli Sposi, rappresentata da due diversi tipi di sabbia colorata. Ad ognuno dei due viene consegnato un contenitore con della sabbia ed entrambi, contemporaneamente, lo versano in un contenitore più grande, unico, simbolo del Matrimonio, in cui le vite di due individui si mischiano mantenendo al contempo la propria singolarità, il proprio colore. I granelli di sabbia resteranno sempre uniti e non potranno essere separati nuovamente.

Esistono diverse varianti di questo rituale: ad esempio, alle due sabbie canoniche se ne può aggiungere una terza (generalmente versata dal Cerimoniere) che rappresenta le fondamenta del Matrimonio e che viene versata prima di quelle degli Sposi, proprio per crearne la base. Oppure, molto suggestivo è anche il coinvolgimento degli invitati: i vostri figli, genitori, testimoni o qualsiasi persona che volete simbolicamente includere nella vostra nuova vita insieme.

Cosa serve: tanti contenitori piccoli quanto il numero delle sabbie che sceglierete e uno più grande dove poi versarle tutte. Mi raccomando, scegliete la tipologia di contenitore che preferite (vasi, bottiglie, recipienti di varie forme) ma sempre trasparenti, in modo da poter vedere l’effetto finale!

Quando svolgerlo: come il Rito della Luce, quando preferite e quando più vi emoziona, facendo ben attenzione come sempre a mettervi di fronte ai vostri invitati così che tutti possano vedere bene

Il Rito celtico dei nastri

Il rito dei nastri, o handfasting , ha origini irlandesi e prevede che le mani degli sposi vengano legate assieme da i nastri durante la benedizione nuziale.

Normalmente i nastri utilizzati sono 4, a simboleggiare i 4 elementi della natura (acqua, fuoco, aria e terra) ma possono aumentare a seconda del numero di persone che parteciperanno a questo rito. I partecipanti legheranno le mani degli sposi per augurare loro una lunga vita insieme.

Giorgia e Alessandro hanno usato 6 nastri azzurri. come il tema delle loro nozze e a legarli intorno ai polsi sono stati i testimoni e gli amici  più cari.

In ogni caso potete decidere il numero e il colore dei nastri che più preferite e anche chi legherà le vostre mani, potrà essere l’officiante, amici, genitori o anche voi stessi!

Legare i nastri intorno le mani degli sposi rappresenta l’unione, l’impegno reciproco e l’amore della coppia.
Un rituale semplice ma di grande impatto emotivo, carico di quella magia tipica dei rituali celtici.

Scegli anche tu un rituale particolare per enfatizzare il momento delle promesse, abbina un sottofondo musicale coerente con il tema del matrimonio e l’atmosfera che vuoi ricreare e allinea il tutto con fiori e scenografie!

Grace e Mara

Graceevent World®

Due sedie bianche, bouquet di hydrangea bianca, dalie e rose yellow attendono Andrea e Federica .

E’ il  31 Agosto siamo a Montevecchia in Tenuta Valcurone e siamo tutti pronti per celebrare il Si lo voglio di due giovanissimi sposi che in comune hanno anche l’amore per la loro moto Gialla!!

 

Federica nel progetto mi ha espressamente chiesto le rose gialle, i lisianthus bianchi e la matricaria ed eccoli comparire sull’arco della cerimonia, sulle sedie degli inviati , su boutonnieres e corsages.

Petali di rose gialle vengono distribuite sull’allè e posizionati all’interno di candidi cestini in vimini per il lancio finale!

 

 

Arriva la  giovanissima sposa accompagnata dal papà ed insieme attraversano il prato per raggiungere invitati e sposo.

 

 

 

 

Cesti di alloro e limoni sparsi per il prato diffondono luc  e profumi anche alla terza protagonista dell’evento: la moto!

Sono sempre con voi, prima e  durante ( anche nascosta…) per vegliare su ogni vostro movimento. Grazie a tutti gli sposi che mi hanno scelto e che vorranno riporre la loro fiducia in me e nel mio meraviglioso team #bridetobe .

Per info contattatemi qui su whatsapp o via email a info@graceevent.net.

La Grace – Mariagrazia Tarantino

Wedding designer

Nei post precedenti abbiamo parlato di tema del matrimonio composto da 3 elemetni:

  • la palette: i colori
  • il mood: shabby, boho, vintage, industrial..
  • il fil rouge: l’elemento ricorrente che racconta la storia degli sposi

Anche il tableau, il luogo addetto all’assegnazione dei posti dei vostri invitati, si basa sui 3 elementi del tema dell’evento.

Seguite  colori scelti, il mood nell’utilizzo di elementi decorativi  e i nomi dei tavoli ripercorrendo  il filo rosso del tema.

Spesso i tableu dei miei sposi parlano di viaggi come questi 2 tabelau a tema country e vintage:

 

Tema vintage? Valigie  riemerse dal soffitto della mamma della sposa e voitlà il viaggio diventa il luogo  di destinazione del cuore.

Nomi dei luoghi visitati o da visitare durante il viaggio di nozze diventano i nomi dei tavoli; come segnatavoli cartine topografiche. Per un mood shabby abbiamo creato scritte in legno e cartoncini posati su tavoli rotondi allestiti con rose e lisianthus. Tutto coordinato con il resto della stationery.

 

 

Mood country chic per scaletta adornata da gypsophila e rosmarino a tema aromatiche:

 

Lavanda,  rose, lisianthus e scabiosa per il tema shabby. Cassette di legno bianco supportano vasetti d’acqua e segnatavoli :

 

Tema del cuore boho chic:

Per gli amanti delle 2 ruote:

 

Caricature, loghi, disegni dei figli, cartoons:

Alberi e fiori:

Cassette di legno vintage segnano i nomi dei cavalli della scuderia degli sposi:

Floreale, multilingue, tridimensionale o grafico. Il tableau è  l’elemento più creativo del matrimonio, risvegliate dunque la fantasia e create ricordando solo questi 2 semplici consigli:

  1. posizionate o fate posizionare il tableau tra l’area del Welcome buffet e la sala per la cena; se distanti fra loro nell’earea buffet. In questo modo tutti i vostri invitati avranno la possibilità di studiare con calma il nome del tavolo al quale sono stati assegnati;
  2. Il carattere deve essere leggibile da tutti anche dai meno giovani e in tutte le lingue degli invitati.

 

 

Si vede bene solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.
(Antoine de Saint-Exupéry)

Mi sono accorta di aver inserito spesso un cuore durante le cerimonie di nozze: di legno, di fiori, stampato, appeso o inciso. Non per mero romanticismo ma come presenza meravigliosa ed eterea del vero senso della Promessa. Come diceva  Flaubert “Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra: si dona.”

Durante la cerimonia ad esempio per Martina e Igor abbiamo realizzato 2 cuori floreali sospesi sull’arco proprio sopra gli sposi come simbolo di unione di 2 veri Innamorati! Non a caso questi gli sposi giovanissimi ci hanno emozionati tutti, Sindaco compreso, con la loro bellezza e dolcezza.

Per Aldo e Beatrice la scritta Sposa e Sposo concuori di legno appesi sulla panca dove si sono stretti la mano per tutto il tempo della cerimonia, un vero gesto d’Amore!

Petali di rose per formare cuori, lanciare petali e inondare gli ospiti di un dolce e delicato profumo.

Cuore per sorreggere i segni dell’infinito, i 2 cerchi simbolo vero e indissolubile della Promessa.

Anche i rituali delle cerimonie simboleggiano un momento importante, da ricordare nel futuro; uno di questi è il  Rito della Luce, formato da 3 candele. In questo caso il papà della sposa ci ha permesso di utilizzare un meraviglioso cuore di legno sul quale abbiamo allestito i ceri con rose, wax e astilbe.

Anche il tableau richiama il tema del cuore questa volta inciso nella corteccia come da miglior regia romantica di tutti i tempi. Un cuore, 2 lettere = per sempre.

Anche il tavolo sposi puo’ essere un ottimo punto per focalizzare il tema del cuore: in questo caso ha fatto da sfondo a barattoli di rose juliet, y, veronica e wax.

Il gran finale! Taglio torta con pergolato, vista brianza e 2 cuori a vegliare gli sposi e la torta nuziale decorata anch’essa con fiori freschi e petali.

Questo post dedicato al cuore nel giorno di San Valentino è per tutti gli sposi che mi hanno onorato con la  loro fiducia, permettendomi di condividere momenti ed emozioni indelebili. Grazie!

La vera bellezza, dopotutto, consiste nella purezza del cuore.
(Mahatma Gandhi)

Grace M.Tarantino

wedding designer

Graceevent World ™

Marta e Alessandro, 21 Giugno 2019

Location Tenuta Valcurone

Cerimonia con rito civile

Tema: Matrimonio da favola

Wedding designer, flowers  and coordinator : Grace M. Tarantino

Palette: Multicolor

 

Marta arriva in Vespa, accompagnata dal suo papà e con un abito ball-gown azzurro. Si siede per nascondersi dagli invitati e attende di essere definitivamente trasformata in una fata del bosco per il suo Alessandro. La scelta delphinium light blue è stata davvero vincente, si abbina perfettamente ai colori dell’abito e ai ricami del corpetto; ricordo ancora lo stupore nell’aprire l’immagine Whatsapp mandatami dalla sposa dopo la scelta dell’abito: una vera Alice nel Paese delle Meraviglie!!

Nastri di cotone color Canal Blue – Pantone avvolgono bouquet di peonie, eucalipto, matricaria, viburno e garofani. Tazzine in porcellana da thè attendono l’arrivo degli Sposi sul tavolo della cerimonia e fanno compagnia al candelabro del Rito della Luce.

Non ricorda una fiaba Walt Disney?

Alessandro, perfetto nel suo abito blu, attende l’arrivo della Sposa circondato da amici e parenti in un tripudio di colori. Il celebrante si fa attendere e la tensione sale, e ci impegniamo a distrarre la sposa con scatti a sorpresa e giochi con il suo bouquet.

È arrivato il momento e Marta con il suo papà attraversano l’arco avvolto da candidi teli per entrare nel luogo magico dove dirà “Sì” al suo Principe.

E finalmente Edoardo dichiara Marta ed Alessandro marito e moglie, ed esplode la gioia degli amici e degli Sposi, che dopo un’emozionante attesa   possono baciarsi ed abbracciarsi. Partono i festeggiamenti e gli invitati possono finalmente accomodarsi sui tavoli ideati dagli Sposi e decorati con piccoli bouquet multicolor e da tralci di delphinium come segnaposto. I tavoli riportano i nomi delle mete del viaggio di nozze che hanno ovviamente come sfondo un bellissimo oceano azzurro.

 

Una scaletta vintage in legno raccoglie istantanee di questi luoghi da sogno.

 

Ho provato un grande piacere nel progettare un evento cosi’ personalizzato e unico, ringrazio gli sposi per questa bellissima opportunità e auguro loro una splendida e lunga Favola!

Grace

Mail info@graceevent.net

Whatsapp +39 3926194450