Articoli

, ,

Donna in rinascita

“Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita.”

Parto da quì, dalla prima frase di questo bellissimo testo dedicato alla Donna in rinascita. Dedicato a noi tutte, che a volte e più volte nella Vita rinasciamo. Dopo esserci rivoltate come un calzino professionalmente o emotivamente. Per Amore o per dolore. Dopo aver vissuto la tempesta diventiamo la Pace. Quella meravigliosa Pace interiore che appare come una nuvola di luce e di gioia per le persone che amiamo e che ci circondano. Quella luce di cui abbiamo davvero tanto bisogno. Oggi più che mai.

Dedicato a noi donne che possiamo e dobbiamo restituire luce per uscire dalle tenebre. Spetta a noi. Come sempre. Aspettano noi. Allora facciamolo. Buona lettura donne.Grace.

“Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta.Che uno dice: è finita.No, non è mai finita per una donna.

Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.

Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia.Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l’esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola.

Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all’altezza o se ti devi condannare.Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai.E sei tu che lo fai durare.Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l’aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s’infiltri nella tua vita.Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane.Sei stanca: c’è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto.Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa.

Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: “Io sto bene così. Sto bene così, sto meglio così”.E il cielo si abbassa di un altro palmo.Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato Natali e Pasqua.In quell’uomo ci hai buttato dentro l’anima ed è passato tanto tempo, e ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata.Comunque sia andata, ora sei qui e so che c’è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento.Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine.

Ed è stata crisi, e hai pianto.

Dio quanto piangete!Avete una sorgente d’acqua nello stomaco.

Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino.Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo.E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l’aria buia ti asciugasse le guance?E poi hai scavato, hai parlato, quanto parlate, ragazze!Lacrime e parole. Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore.“Perché faccio così? Com’è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?”Se lo sono chiesto tutte. E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani, e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile.

Ecco, è qui che inizia tutto.

Non lo sapevi?E’ da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, che ricomincerai.

Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti.Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te.Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa.Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa.Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente.Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta, è come un diesel.Parte piano, bisogna insistere.

Ma quando va, va in corsa.E’ un’avventura, ricostruire se stesse. La più grande.

Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli.Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo “sono nuova” con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo.Perché tutti devono capire e vedere: “Attenti: il cantiere è aperto, stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse”.

Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia.Per chi la incontra e per se stessa.È la primavera a novembre.Quando meno te l’aspetti…”

 Testo originale Diego Cugia, alias Jack Folla

Salmone fresco con pesto( alla carrettera ) velocissimo!

Il pesto alla carrettera,meravigliosamente siciliano mi piace tutto l anno anche in inverno, quando il basilico e i pomodorini non sono proprio quelli del mio orto. Oggi ti svelo una mia ricettina  veloce e gustosa, con il salmone fresco.

Ingredienti per 4 persone:

2 tranci di salmone fresco

2/3 rametti di pomodorini ciliegino o meglio 6/8  pachino

Basilico fresco, una decina di foglioline medie ( in alternativa come ho fatto io stasera basilico surgelato)

3 spicchi d’aglio

Olio EVO  3 cucchiai

Sale q.b. e una noce di burro

 

Tempo: 15 min.

Scotto per un paio di minuti il salmone in acqua bollente, scolo e preparo il pesto.

Lavo e taglio a pezzettini i pomodorini, sbuccio l aglio e mondo il basilico.

In una padella rosolo il burro con uno spicchio d aglio e appoggio il salmone per farlo dorare da entrambi i lati.

 

Frullo il pesto con il minipimer ( in estate con il pomodoro e basilico fresco uso il mortaio, giuro! )

Impiatto il salmone accompagnato dal pesto in una ciotolina.

 

Pane rigorosamente fresco, un biccchiere di vino bianco freddo.( Settesoli ) ….e buona cena!😀

 

,

Cannolo siciliano con crema mascarpone

Li ho assaggiati ieri per la prima volta e li ho trovati deliziosi: i cannoli siciliani con crema di mascarpone al limone.

Ecco la ricetta:

Ingredienti:

250 gr. di mascarpone

100 gr. di zucchero a velo

buccia e succo di 1 grosso limone

125 ml. di panna fresca

 

Preparazione:

Montare il mascarpone con lo zucchero a velo, finchè diventa una bella crema vellutata.

Aggiungere il succo e la buccia del limone, prima ben lavato ed asciugato.

Unire la panna montata e neve fermissima, e farla amalgamare al mascarpone, girando delicatamente con un cucchiaio di legno.

Tenere in frigorifero fino all’utilizzo.

Prova la ricetta e dimmi cosa ne pensi.

Grace.

,

Una merenda speciale @casagrace

Smartpost @casagrace

Un’amica speciale in arrivo nel pomeriggio, finalmente posso abbracciarla dopo tanto tempo! Anche lei come me adora il caffè, per fortuna :). Vorrei offrirle qualcosa di dolce, da consumare al cucchiaio vicino al camino e sorseggiando il caffè.

@casagrace

Nasce così il mio Tiramisù scomposto.

Caffè caldo accompagnato da una goccia di Marsala dolce, biscottini friabili e crema di mascarpone leggera. Una spolverata di cacao e siamo pronte!

Si può variare la merenda, per gli intolleranti al lattosio, con i biscottini al vino e crema di frutta.

@casagrace

Oppure, per le amiche vegane, si può preparare la crema senza mascarpone con farina “00” o fecola di patate, latte di soia, olio di semi e zucchero.

Sciogliere la farina con un filo di latte di soia per far sì che non si formino grumi; quindi, scaldare il composto con zucchero, olio ed il restante latte vegetale.

 Appena la crema inizia a bollire, spegnere il fuoco e continuare a mescolare ancora per qualche minuto . Lasciare raffreddare.

@casagrace

L’importante è riuscire a ritagliarsi del tempo per chiaccherare serenamente con le amiche del cuore, restando comodamente a casa, senza trucco e parrucco, solo anima e cuore.<3

#slowliving @casagrace

Grace.

info@graceeventworld.com

Salva

, , ,

Il fiore della gioia e della speranza: il crisantemo

L’ unico crisantemo utilizzato nei matrimoni è il verde Yoko Ono e il nuovissimo Green trick e mi sono chiesta perchè.

I crisantemi sono considerati portatori di bene, gioia e prosperità in tutto il mondo, mentre in Italia vengono associati al lutto e ai contesti tristi. Questo dipende dal fatto che la festa dei morti avviene in concomitanza con la fioritura dei crisantemi e per questo i fiori sono sempre stati correlati a contesti molto tristi. Il crisantemo(il cui nome in greco significa “fiore d’oro”) sboccia in autunno quando la Natura si addormenta, cadono le foglie, come un simbolo di continuità e di speranza.

Slow living

Ricordiamoci che in Oriente  i crisantemi  hanno un valore  estremamente positivo e vengono utilizzati per matrimoni, comunioni e addirittura compleanni.

498af9da8574b715ee77011028fd6291

5b69767f9f4be0180209fc26e143ed9e

Perchè non utilizzarli anche per allestire feste e  cerimonie in questo periodo dell anno, senza scomodare rose e tulipani fuori stagione?

7af2bf70854938eb099e67a9c84a86d6

#warmestevent #graceeventworld #casagrace

💡graceeventworld.com

💌 info@graceeventworld.com

, ,

Voglia di casa, di tepore, di cose semplici e di amicizia: slow living

Sta arrivando velocemente l’autunno e come sempre, in questo periodo, si riscopre la voglia di “casa”. Quel luogo dove stiamo bene, sentiamo il calore delle persone che amiamo, degli amici, dei nostri animali che si accocolano vicino a noi. Abbiamo voglia di coperte calde,  di un thè  o di una tisana profumata, di un cioccolatino da condividere con chi amiamo. Torna il desiderio di organizzare una cena semplice da condividere con gli amici insieme ad una birra o un bicchiere di buon vino.

cena-slow-living

Lo chiamano Slow living e nasce dal danese Hygge creare un’atmosfera accogliente, piacevole, intima mentre si assaporano i piaceri della vita circondati dall’affetto delle persone care. Per me è puro #casagrace.  Vi parlerò spesso di slow living anche per decorare la tavola durante una cena o reinventarsi casa con oggetti semplici e  recuperati.

slow living

slow living casa graceslow living #casagrace

La voglia di ceppi di legno che ardono nel camino o nella stufa; di riempire di libri gli scaffali puliti e svuotati in primavera; candele profumate, plaids sparsi ovunque.. anche in bagno….

Il profumo del forno, mentre cuoci la “crosmata di tele” ( crostata di mele) o la ricetta della nonna. Un tavolo nudo, senza tovaglia, una decorazione di foglie cadute e candele, sedute comode con cuscini dove trascorrere tutta la serata; una pentola in centro al tavolo e una pila di piatti e forchette. Un menù composto da una pietanza portata da ogni amico: chi porta il vino, chi porta il dolce, chi porta un gioco e chi porta se stesso….Semplicità senza trascurare il dettaglio unico, l’oggetto utile e soprattutto il profumo dell’accoglienza. Slow living: #casagrace.

hygge

Sereno Hygge!

Mariagrazia Tarantino

#casagrace  – info@graceeventworld.com

Salva

,

Il mio tiramisù con un pizzico di pistacchi

La ricetta del dolce più semplice del mondo con un tocco in più! Quando non la trovi più, puoi ripassarla quì 😀

Per 8 persone:

3 uova medie freschissime e fredde  da frigorifero

500 gr. Mascarpone fresco e freddo

200 gr. di zucchero (possibilmente molto fine )

2  confezioni di Pavesini

1 caffettiera da 3

Marsala q.b.

Cacao in polvere

Granella di pistacchi

Frusta elettrica

Contenitore in vetro: vaschetta o barattoli

Casagrace

Casagrace

20160926_192732

Suddividere il bianco dal rosso e aggiungere al rosso lo zucchero e il mascarpone.

Frullare  fino ad ottenere una crema omogenea, senza grumi e densa.

Montare a neve il bianco. Unire il  bianco alla crema mescolando dal basso verso l ‘alto.Versare in una  ciotola il caffè e aggiungere un po’ di Marsala.

Alternare uno strato di biscotti imbevuti ad uno strato di crema, terminare con una spruzzata di cacao e pistacchi. Non superare i 3 strati.

Casagrace

Se piacciono i pistacchi, come a me, aggiungere due cucchiai  di granella al rosso d uovo prima del mascarpone e frullare. 😀

Puoi riempire, come da tradizione, una vaschetta in vetro oppure dei vasetti di marmellata e chiuderli con un legaccio di corda e un cucchiaio di legno.

Diventeranno così anche un bellissimo cadeau per le prossime feste in arrivo!

Casagrace

Info@graceeventworld.com