,

Il ricevimento di nozze (quasi) perfetto!

Quante meravigliose idee troviamo navigando in internet: stupende locations immerse nel nulla, temi stravaganti, menu’ ultra esotici , buffet infiniti e gente che balla fino all’alba…. che sogno!
Se fa sognare te immagina i tuoi sposi!
Sulla carta funziona tutto perfettamente poi al wedding day  coordinator c’ è ( quasi ) sempre una piccola parte di ospiti che si lamenta.
Se il buffet del welcome è  abbondante, per esempio, gli ospiti meno giovani non vedono l ‘ora di accomodarsi e “iniziare a mangiare” ( non capita anche a te di sentirli con il piattino stracolmo in mano chiedere in giro quando si inizia a mangiare?); se la cena è breve e priva di animazione, amici e colleghi sbuffano per la noia. Allora cosa proporre ai propri sposi per accontentare tutti?
Innanzitutto è possibile accontentare tutti, ma solo in parte, soprattutto nei matrimoni italiani dove durante lo stesso ricevimento si festeggia con parenti, nonne e bisnonne comprese, amici e colleghi e famiglie con bambini. Tutti hanno necessità, esigenze e desideri  diversi fra loro.
Molte volte mi viene chiesto se sia piu’ importante esaudire i desideri degli sposi oppure organizzare il ricevimento perfetto per gli invitati.
Le due aspettative non  devono essere in contrasto   ma vanno di pari passo. Gli sposi desiderano organizzare il matrimonio dei loro sogni e al contempo si aspettano  il meglio per i loro ospiti.
Spetta quindi a chi organizza il compito di creare un programma ad hoc, che esaudisca i desideri dei propri clienti e  tenga conto delle esigenze degli invitati.
bicicletta-vintage-wedding
                              Ecco un paio di regole semplici ed efficaci.
Prima regola è stabilire sin da subito la tipologia degli invitati.
Questa è la parte piu’ difficile, soprattutto con le coppie giovani che tendono inizialmente a voler decidere in autonomia e che in seguito devono accontentare i desideri dei familiari piu’ stretti.

A questo punto consiglio di suddividere in percentuale la lista invitati in base all’età e “stato di famiglia”:
– % famiglie con bambini sotto i 9 anni;
– % pax over 70;
– % colleghi
– % amici in coppia o singles.
Tanto si sà che il wp è come il prete e il medico:  per noi vige il segreto professionale!;)
Create un menù che incontri le esigenze di tutti dai meno giovani agli amici  e un programma di intrattenimento che tenga occupati giovani e giovanissimi e liberi il prima possibile i meno giovani.

Seconda regola:
Se per incontrare le esigenze di tutti occorre sacrificare qualche desiderio degli sposi proponete in alternativa una seconda festa, come il wedding cake party, ad esempio, e mostrate loro la percentuale che avete stilato insieme per giustificare la scelta.

Se come spesso accade la percentuale dei parenti è di almeno il 50%  consiglio questo schema:

  • buffet welcome non oltre l’ora e mezza;
  • menu’ bambini fino ai 7/8 anni con animatrici ;
  •  cena placè con tavoli (senza segnaposto ma solo segnatavolo) con 3/4 portate;
  • buffet di dolci e frutta con ingresso ospiti giovani  (colleghi e amici non strettissimi);
  • wedding cake party;
  • consegna bomboniere;
  •  balli.

Dalla consegna bomboniere o comunque dopo il taglio torta gli invitati che lo desiderano si sentiranno liberi di rientrare, e la coppia di sposi potrà finalmente festeggiare con amici e colleghi.

vintages-sposi

Per ogni informazione su corsi e strumenti di informazione per wedding planner scrivimi a:

info@graceevent.net.

Mariagrazia Tarantino

wedding planenr

Salva

About me

Wedding planner, event creator e creative director. Da modellista a imprenditrice nell'abbigliamento. Da organizzatore a creatore di eventi. Questa sono io Mariagrazia Tarantino, grace.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento