I temi di tendenza per matrimonio ed evento

, , , , , , ,

RITI DAL MONDO: STATI UNITI

Non importa quali film o serie tv vi piacciano di più, sicuramente almeno una volta l’avrete visto! E probabilmente, vi avrà fatto sognare ad occhi aperti, regalandovi spunti e idee, o semplicemente sospiri di adorazione! Sto parlando proprio di lui… il matrimonio americano!

Cerimonie in riva al mare,  giardini esotici e hotel di lusso. Sposi che arrivano a bordo di una carrozza, o una Harley Davidson. Ricevimenti scatenati fino a tarda notte che coinvolgono dj, band, corpo di ballo, giochi pirotecnici, caricaturista, prestigiatore e invitato con innate doti di comico, ballerino o cantante (o spogliarellista!).

Scherzi a parte, è indubbio che negli States le nozze siano un evento da festeggiare in grande e che spesso, se le condizioni economiche lo permettono, si prolunga anche per più giorni. Basti pensare ai famosi addio al nubilato e celibato, chiamati bachelor e bachelorette party, organizzati rispettivamente dal testimone dello sposo, il best man, e la damigella d’onore della sposa, la maid of honor. Best man e maid of honor saranno coloro che più di tutti affiancheranno gli sposi durante i preparativi, per questo solitamente il ruolo viene affidato a migliori amici, fratelli o sorelle.

Un’altra tradizione tipica precedente al giorno del matrimonio è il wedding reharsal, ossia le prove generali di matrimonio, tramite le quali si coordinano tutti i momenti fondamentali della cerimonia, come l’ingresso di sposi, damigelle “bridesmaids” e testimoni “groomsmen”.

Successivamente al wedding reharsal, di solito la sera prima del matrimonio, si svolge la cena di prova, chiamata reharsal dinner. Gli sposi riuniscono alcuni tra gli invitati, generalmente amici e parenti stretti, per ringraziarli e, in caso non ce ne fosse stata occasione, di farli conoscere, e così passare una piacevole serata in compagnia. Tra le attività previste, oltre a discorsi, brindisi e ringraziamenti, troviamo il toasting o roasting, da roast, che è una forma di humor americano in cui un invitato speciale è soggetto a giochi e scherzi volti a divertire il resto del “pubblico”.

La cerimonia non prevede un rito unico specifico, poiché negli Stati Uniti ci sono numerosissime culture che convivono e non è raro che gli sposi pratichino religioni diverse. In questo caso, o si scende a compromessi scegliendo una delle due, oppure ci si rivolge a un funzionario dello stato. Nulla vieta però di celebrare due cerimonie secondo entrambe le religioni!

Per il ricevimento c’è ampia possibilità di scelta e ovviamente ognuno sceglie location e modalità a seconda di stile, tema e soprattutto disponibilità economica. Spesso e volentieri gli sposi non rimangono fino alla fine dei festeggiamenti, ma scelgono di partire per il viaggio di nozze affidando il congedo degli ospiti ai genitori. Chi invece preferisce salutare e ringraziare gli invitati in modo più speciale, organizza un brunch la mattina successiva al matrimonio.

Un piccolo salto in quello che è il vasto mondo delle tradizioni degli Stati Uniti, che se desiderate conoscere di più vi basterà contattarmi!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo 🙂

Un abbraccio! Anzi…

Hugs and kisses!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: Pinterest

, , , , ,

Cerimonia intima con rito civile in cantina e differenza tra rito civile e rito simbolico

L’allestimento della  #barricaia creato da me per  un open day, mi ha ispirato l’idea di organizzare matrimoni intimi, “wedding intimate” come dicono oltre oceano, in cantina.

Prima di descrivervi come è possibile organizzare un romanticisismo matrimonio per pochi in una cantina dove si produce vino, mi soffermo su una serie di piccoli consigli per capire se la location dove effettuate il sopralluogo può realmente offrirvi la possibilità del rito civile.

Questo perchè, sempre durante quest’ultimo pen day alcune spose hanno mostrato confusione e diffidenza sulla validità del rito civile. Evidentemente qualcuno fa il furbetto e vende fischi per fiaschi ( per restare in tema e non dire parolacce…).

Se state organzizzando le nozze innanzitutto fate chiarezza sul termine corretto da utilizzare chiedendo la disponiblità in location:

  • RITO CIVILE  ( chiedere esattamente celebrazione rito civile ). La cerimonia è celebrata dal Sindaco o delegato del Comune. Anche il vostro migliore amico o la vostra migliore amica se maggiorenni e godono dei diritti civili e politici potranno celebrare il vostro matrimonio. Verranno letti gli articoli di legge 143,144,147 del Codice Civile e apposte tutte le firme comprese quelle dei testimoni. Solo i vostri familiari stretti non potranno farlo. Si puo’ celebrare in Comune o in una “casa comunale”. Quando visitate una location  e vi viene confermata la possibilità di celebrare il rito civile, accertatevene telefonando al comune di residenza della location , ufficio anagrafe o Stato Civico.

  • RITO SIMBOLICO  Questo è il rito “finto”. La celebrazione di questo rito può essere svolta ovunque e da chiunque semplicemente perhè non ha alcun valore legale. Solo emotivo. Potete celebrarlo in qualunque location del ricevimento oppure in un luogo a voi caro ( se logisticamente fattibile!). La bellezza di questo rito è che potete creare la cerimonia esattamente come la volete, nei tempi e nei modi preferiti o sognati. Potete scegliere  le promesse da scambiare, le musiche da ascoltare, quanto tempo debba durare e chi puo’ intervenire e celebrare. L’unico svantaggio è l’assenza di validità che puo’ essere tranquillamente sopperita dalla celebrazione durante la mattina stessa del rito civile e nel pomeriggio avanti a tutti quello simbolico.

Spero di essere stata utile ed esaustiva nel consigliarvi come scoprire la validità del rito in location e per ogni dubbio non esitate a contattarmi. In calce al post trovate i miei contatti.

Adesso arriviamo alla celebrazione del rito civile in cantina!

Wedding Intimate in cantina

Adoro le coppie al primo o al secondo matrimonio che decidono di organizzare le nozze fra pochi intimi. Solo con i famliari più stretti e i veri amici. Si crea un’atmosfera unica, dove tutti ma proprio tutti, anche i più arcigni e scettici si sentono coinvolti ed emozionati. Partecipano tutti nel vero senso della parola e gli invitati riescono a donare qualcosa della loro personalità, storia e affetto alla festa e a gli sposi. Le sere d’estate molto spesso organizzo i tagli torta sotto pergolati accanto a botti di vino. Ma la cerimonia in barricaia è un vero spettacolo! Soprattutto di sera o nei periodo freddi.  Vi mostro qualche foto con 2 diversi allestimenti realizzati rispettivamente per 2 open day ma assolutamente riproducibili e reali per una celebrazione nuziale. Aro con tavolo cerimonia allestito con tulle, rose o lisyanthus, verde o rosmarino natri di raso o juta. Uno stile shabby appositamente rivisitato con un grande accento rustico per adattarlo alle atmsofere calde e poco luminose della barricaia.

Vi lascio alle immagini e di seguito i miei contatti:

Mariagrazia Tarantino

wedding planenr & designer

info@graceevent.net – whatsapp 392 6194450

 

 

, , , , ,

IDEE ORIGINALI E DIVERTENTI PER PHOTO BOOTH E GUEST BOOK

Tra le tendenze più divertenti e coinvolgenti che provengono da oltreoceano, il photo booth e il guest book sono un’ottima soluzione per coinvolgere i propri invitati e intrattenerli durante il ricevimento di matrimonio.

A chi ancora non è perfettamente chiara la definizione dei due termini, una rapidissima spiegazione.  Photo booth è letteralmente ciò che noi definiamo “cabina per fototessere”, tuttavia è stato riadattato, in riferimento a eventi e matrimoni, per indicare un servizio fotografico fuori dal comune, che prevede l’uso di parrucche, maschere e accessori divertenti.

Guest book significa invece “libro per gli ospiti”, e normalmente è il tradizionale album in cui gli invitati possono lasciare firme o dediche, che nell’ultimo periodo è stato sostituito o affiancato da altre idee ricordo sempre più originali e stravaganti! Vediamone alcune 😉

Per l’angolo photo booth, la scelta più semplice ricade per gli accessori in cartoncino colorato acquistabili comodamente on-line: occhiali, cappellini, flûte di champagne, baffi… Un’idea per renderli più interattivi potrebbe essere quella di creare delle nuvolette in stile fumetto, bianche, su cui gli invitati possono scrivere ciò che vogliono. In questo modo si evita il rischio di un album tutto uguale, e inoltre dà occasione agli ospiti più creativi di esprimersi!

Se volete cimentarvi nel fai da te, potete creare delle cornici, che imitino le pagine social o che si adattino allo stile del matrimonio, perfette per le foto di gruppo. E se il budget non si è ancora esaurito, nulla vi vieta di costruire delle vere e proprie strutture a tema: salotto vintage, scatole di Barbie e Ken, parete del museo, furgoncino dei gelati, sfondo fantasy…date spazio alla vostra creatività!

Il guest book è, con l’album fotografico, la raccolta di tutti i ricordi più belli del matrimonio, con la differenza che il guest book è gestito completamente dagli invitati! L’album, oltre a dediche e firme, può contenere foto polaroid realizzate con macchine fotografiche apposite messe a disposizione degli ospiti.

Se tuttavia volete che questi ricordi non rimangano solo in un libro, ma che facciano parte della vostra vita quotidianamente, potete adottare delle soluzioni ideali che li rendano…da arredamento! Pezzi di puzzle da firmare, che potrete divertirvi a ricomporre una volta a casa e infine appendere; sassi o sassolini da inserire in vasi, caraffe o barattoli; cuoricini di legno o corteccia lavorata; cavalletto, tela e tempere per quadri artistici o da personalizzare, come l’albero o i palloncini “a impronte”.

Le idee sono numerosissime e se quella dell’area photo booth e guest book vi sembra ideale, non limitate la vostra fantasia e originalità!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest

 

, , , ,

Come nasce un progetto di nozze tra partecipazione e bomboniera

Le sensazioni sono i dettagli che compongono la storia della nostra vita.
(Oscar Wilde)

Quando creo un progetto non penso mai subito ai dettagli. Immagino quel giorno, il sorriso dei miei sposi, i loro sguardi; ripenso ad un particolare della loro storia e subito mi appare il colore, un oggetto, una lettera, un profumo.

Nascono così i dettagli del progetto di Nozze. 

Poi ricerco in internet delle immagini che mi richiamino le mie vision; sfoglio i miei preziosi libri di floral design e compongo la palette dei colori.  Apro il software di grafica e parto. Stampo le bozze e mi avvicino agli scaffali colmi di nastri, pizzi, tessuti e carte. Mi lascio guidare dal cuore. Nascono diverse soluzioni, alcune delle quali non vedranno mai i miei sposi , le prime due o 3 sì.

Parto sempre prima dalla grafica la aprtecipazione di Nozze come in questo caso. Mod.Gracee quadrato a 3 strati. Biancoper  carta lino e pergamena e cartoncino Fabriani crème. Il cartoncino ha le stesse identiche sfumature della rosa di tessuto. Il nastro marsala è stato il pattern per il colore del tralcio di  rose sulla partecipazione.

Trasparenza per alleggerire. Quindi l’uso del voile per avvolgere la partecipazione  e di conseguenza scatolina trasparente e nastro di tulle per la bomboneira.

Miele a km.zero, con etichetta con grafica centrale uguale alla partecipazione; 5 confetti gourmet del Mix Gracee. Un particolare raro e innovativo nel mondo delle bomboniere. Una mini confettata con 5 confetti dalle tonalità marsala, crèeme e bianco. Mai accontentarsi! 😉

” La semplicità è la suprema sofisticazione” L.Da Vinci

 

Perchè un progetto “semplice” a volte è molto più complicato di un progetto romantico.  Ho solo 3 indizi a disposizione :

  • location rustica
  • colore verde
  • sposa “semplice”

Fiori romantici, passpartout verde, busta in carta perlata e poi pizzo francese e cotone naturale per i nastri.

Confetti gourmet alla mela verde e pistacchio, mandorla d’avola finissima e cocco. Spargimiele in legno e cartoncino ondulato craft. Il tocco rustico.

Grande tag di ringraziamento che fa sempre sorridere di soddisfazione gli invitati. E’ come una carezza!

Ecco molto brevemente come nascono i miei piccoli progetti di nozze. Perchè una #partecipazione e una #bomboniera non sono solo 2 elementi del progetto: sono IL PROGETTO. A volte bastano loro per creare un intero #mood delle nozze. Se stai organizzando il tuo matrimonio e non hai ancora scelto partecipazioni e bomboniere non dimenticarlo:  sceglili in assoluta armonia tra loro e tutto il resto arriverà come una semplice conseguenza creando un puzzle perfetto. Parola di #weddingdesign

Parola di Grace .

 

, , , ,

RITI DAL MONDO: INDIA

Continua il nostro viaggio attraverso i riti dal mondo, e dopo il Giappone ci spostiamo in India, una terra simbolo di fascino, stravaganza, balli sfrenati, colori sgargianti e aromi speziati.

La celebrazione del matrimonio indù è caratterizzata da una successione di riti, volti ad augurare fortuna e prosperità agli sposi, nonché a unire le famiglie di entrambi, che dopo le nozze condivideranno un legame indissolubile.

Due o tre giorni prima del matrimonio viene celebrata la cerimonia Haldi, durante la quale una pasta a base di curcuma, farina di ceci, legno di sandalo e acqua di rose viene applicata a mani, piedi e viso degli sposi, al fine di illuminare il tono della loro pelle e portare loro buona fortuna.

Il giorno prima invece, in una sorta di addio al nubilato, la sposa con amiche e parenti si fa decorare i palmi delle mani e dei piedi con l’hennè, tramite una tecnica chiamata Mehndi, per festeggiare il viaggio verso il matrimonio. Allo stesso tempo un Mandapa, un grande gazebo, viene costruito e decorato con fiori nel luogo scelto per la celebrazione delle nozze.

La cerimonia  inizia con il Baarat, l’arrivo dello sposo e della sua famiglia, che viene onorata dalla famiglia della sposa tramite la cerimonia Milni, in cui viene fatto un segno con il kum-kum rosso (una polvere a base di curcuma e zafferano) sulla fronte di ciascun partecipante.

Dopo l’incontro delle famiglie e l’adorazione di Ganesha, il distruttore di tutti gli ostacoli, gli sposi si recano all’altare. Il primo a entrare è lo sposo, che si siede e beve una bevanda celebrativa. L’arrivo della sposa, vestita con il tradizionale sari, è chiamato Kanya, e una volta vicino allo sposo avviene lo scambio delle ghirlande, il Jai Mala.

Tramite il rituale Kanya Danam il padre della sposa affida sua figlia allo sposo, che promette di assistere la ragazza nella realizzazione dei tre sacri scopi matrimoniali: Dharma, Artha e Kama. A questo punto inizia il Vivaaha-homa, che consiste nell’accensione di un fuoco sacro, elemento essenziale della parte principale e centrale del rito: il Saptapadi (sette passi intorno al fuoco), in cui la coppia cammina intorno al fuoco con sette passi, ognuno accompagnato da una preghiera, e sette promesse. Lo sposo lega infine intorno al collo della sposa il mangalasutra, una collana contenente i simboli di Shiva e Vishnu, che costituisce l’insegna di donna sposata, condizione enfatizzata anche dalla Sindoor, una polvere rossa che lo sposo pone nella scriminatura centrale dei capelli della sposa e sulla fronte.

La cerimonia si conclude con l’Aashirvaad: la famiglia dello sposo offre doni alla sposa e gli ospiti lanciano petali di fiori verso la nuova coppia, che dopo il ricevimento parte per la sua casa portando con sè, in un braciere, il fuoco sacro di fronte al quale si è sposata.

Se siete curiosi di scoprire altre tradizioni della cultura indiana, non esitate a contattarmi!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo 🙂

Un abbraccio! Anzi…

नमस्ते

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest

 

 

 

 

 

 

 

, , , , , , , ,

Una vera storia d’amore – Parte 1

Quando una coppia si racconta davvero, senza schermi e  senza filtri, orgogliosa dell’amore che li unisce e  delle difficoltà superate per restare insieme,  per un wedding  designer  diventa un punto d’onore creare qualcosa di veramente  unico e speciale . Non solo per rendere omaggio all’Amore vero ( che di per se è già così raro e bellissimo da rivedere ogni tanto….) ma per riuscire a raccontare con le giuste proporzioni emotive un storia vera e imperfetta nella sua perfezione.

Si puo’ raccontare una storia, ma l’Amore come lo racconti? Puoi solo dimostrarlo.

Ho deciso di creare un percorso emozionale semplice come i due giovani, romantico come Elisa di origini francesi, (si circonda di tutto ciò che è in perfetto stile shabby) e almeno un po’ pragmatico come il temerario  Ing. Christian. 😉 Sì temerario perchè,   ha attraversato mezza Europa portandosi le sue disabilità e tutta la voglia di vivere solo con la sua dolce Elisa.

Nasce così, grazie a loro, la linea Gracee Shabby,  con carte perlate e  rose per raccontare l’amore, legno per scaldare il cuore, e una wedding invitation  box per consegnare l’annuncio più prezioso: il loro Sì. Li sposerà un vecchio amico di famiglia, che per l’occasione, mi ha regalato un piccolo tronchetto di legno, ricavato da un legno tagliato nel bosco dove E e C si sono incontrati durante un corso di riabilitazione motoria. Lui Enrico si occupa proprio di questo e con gli occhi lucidi mi ha donato questo prezioso oggetto dicendomi “usalo per qualcosa di importante”.

Ecco  l’ho trasformato nel loro porta fedi ( tranquilli lo hanno già visto). Si  scambieranno  le promesse proprio in quel bosco lontano da tutti solo con pochissimi amici, quelli veri, che li amano così come sono. Senza false ipocrisie.  Il mio cuore sarà lì con loro.

Il giorno della consegna delle partecipazioni che desiderano portare uno ad uno ai loro amici hanno ricevuto anche la mia sorpresa:  la wedding invitation box. Consegneranno la partecipazione e un’ accurata selezione di confetti a tema senza portarsi dietro mille  sacchetti o scatoline. La WIB contiene infatti tutte le partecipazioni previste per le consegne/appuntamenti di quel giorno e fino a 2 kg. di confetti. E&C hanno scelto la mandorla classica, ma di mandorla finissima e il Mix Gracee con 5 gusti diversi di frutta disidratata ( fragola, ananas, mirtillo, cocco,  cherry ). Un cucchiaino legato con un nastro di raso  aiuterà gli amici a degustare queste delizie!

La prima parte del progetto è la più semplice, forse, quella di più facile ideazione…quindi il meglio deve ancora arrivare ( come si dice solitamente). Se vi va io sarò felice di raccontarvela con tutte le dovute precauzioni. Vi lascio alle immagini delle partecipazioni,  della wedding invitation box  e del portafedi.

Grace

 

 

 

 

, , , , , ,

ALLESTIMENTI DI CARTA: UNA SOLUZIONE ALTERNATIVA PER EVENTI E MATRIMONI

Che i fiori siano la scelta più naturale per gli allestimenti di matrimonio è inequivocabile. Con qualunque forma o sfumatura, riescono a incantare chiunque con la loro semplice, indubbia bellezza. Purtroppo però, non sempre rappresentano la scelta più economica. Tra location della cerimonia e del ricevimento, senza togliere bouquet della sposa, boutonnières e centrotavola, è necessario per forza di cose spendere un’importante quantità di denaro. Per fortuna esiste una soluzione più economica, in grado di sostituire o arricchire gli allestimenti floreali senza rinunciare al loro effetto scenico: le paper decorations!

Gli amanti del fai da te già lo sanno, con la carta e tanta fantasia è possibile realizzare ogni tipo di decorazione. I più semplici e immediati sono i festoni, la cui forma più classica è quella a triangolo, che oltre a essere appesi sulle pareti possono essere sfruttati per degli allestimenti da soffitto.

In aggiunta, o in alternativa, ai festoni, si possono utilizzare le lanterne o le sfere a nido d’ape. Realizzabili in ogni dimensione, sono splendidi sia per le location interne che per quelle all’esterno.

Per chi preferisce arricchire gli spazi laterali sono ideali le ghirlande, che oltre ad assumere un ruolo decorativo nella location rappresentano un perfetto sfondo per servizi fotografici o photo booth, rendendo unici i ricordi con amici e parenti. Di origami…barchette…coni gelato, ce n’è per tutti i gusti! E chi al fiore non vuole proprio rinunciare, può optare per degli splendidi e di super tendenza paper flowers!

Già in voga Oltreoceano, i “fiori di carta” sono comparsi per prima volta nel 2009 durante la sfilata di #Chanel. Ideali per ogni tipo di evento, si adattano perfettamente a ogni tema e palette: dalle nuance pastello ai colori più accesi, bicolore o mono tono, realizzabili in più dimensioni a seconda dell’uso. Di piccola o media grandezza per festoni o ghirlande, medio-grandi da appendere al soffitto o da fissare alle pareti laterali, e infine i giant flowers, perfetti sia per i set fotografici che per abbellire navate o archi per la cerimonia.

Per un effetto più realistico, è possibile aggiungere anche i gambi, così da ottenere dei “fiori” adatti per centrotavola, scenografie dal sapore fiabesco e, perché no, anche per il bouquet della sposa!

 

Infinite possibilità per infiniti gusti e stili, dal più romantico al più divertente, dal più vintage al più moderno, l’allestimento con le paper decorations può conferire quel tocco di originalità e ricercatezza che renda unico il vostro matrimonio!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest

, , , ,

RITI DAL MONDO: GIAPPONE

Immaginate un tempio dai colori sgargianti… i fiori di ciliegio appena sbocciati… una melodia antica ed evocativa… Immaginate l’odore del tè… un’atmosfera intima e solenne… gli sposi in kimono… Immaginate un luogo la cui cultura, così suggestiva e affascinante, ha ispirato film, opere teatrali, libri di cui tutti abbiamo sentito parlare. Ecco… se riuscite a immaginarlo… state già facendo parte di un rito giapponese!

 

 

In realtà, a causa delle diverse culture che coesistono in Giappone, non ne esiste un unico valido per tutto il Paese; tuttavia tra i più diffusi troviamo il rito shinto, austero e carico di simbologia.

Il matrimonio shinto viene celebrato in un tempio, in cui la sposa, hanayome, e lo sposo, hanamuko, sono seduti vicini, al centro della sala, davanti al sacerdote. Accanto a loro solo i nakōdo, un’anziana coppia di conoscenti con la funzione di intermediari tra le famiglie degli sposi. Genitori e parenti stretti siedono ai lati della sala, a debita distanza, mentre gli altri invitati attendono fuori.

Il momento culminante della cerimonia è il rito del san-san-ku-do, letteralmente “tre-tre-nove-volte”, che consiste nello scambio di nove coppe di sake nuziali tra gli sposi, che infine avanzano fino al cuore del santuario per offrire ai kami un ramoscello del sacro sakaki.

Un’altra cerimonia tipica in Giappone è la cerimonia del tè (cha no yu – “acqua calda per il tè”), un rito ideato nel XVI dal monaco buddista zen Sen no Rikyū, che consiste nella preparazione e presentazione del matcha, tè verde polverizzato e mescolato all’acqua calda tramite il chasen, un apposito frullino di bambù.

Questa cerimonia si divide tradizionalmente in tre momenti: kaiseki, pasto leggero consumato prima del tè; koicha, il tè denso; usucha, il tè leggero, momento a cui generalmente si limita la cerimonia che nella sua interezza richiederebbe troppe ore. L’usucha viene celebrato da una geisha che si occupa della preparazione del tè seguendo un elaborato codice di etichetta, per poi servirlo alla sposa, l’ospite più importante, lo sposo, e infine il resto degli invitati.

L’unicità di questi riti viene enfatizzata anche dall’abbigliamento tradizionale degli sposi. Lo sposo indossa lo aori hakama, ossia la lunga gonna pieghettata dei samurai con la giacca-kimono nera. La sposa invece, truccata con uno spesso strato di cerone bianco, porta lo shiromaku, un sontuoso kimono di broccato bianco, simbolo di purezza e di disponibilità a iniziare una nuova vita, significato enfatizzato anche dal cappello bianco, chiamato tsuno-kakushi, indossato sopra la parrucca.

Questa è solo una parte delle meravigliose tradizioni del matrimonio in Giappone. Se siete interessati a ricevere maggiori info, non esitate a contattarmi via mail o su facebook!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo 🙂

Un abbraccio! Anzi…

体に気をつけてね

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest

, , , , , ,

Matrimonio d’Autunno

Solo ancora per pochi giorni, ma posso permettermelo! 🙂

Vi racconto  un real wedding autunnale in Tenuta Valcurone.

Se hai deciso di sposarti in questo particolarissimo periodo dell’anno puoi trovare in questo post alcuni spunti per un allestimento eco-chic low cost.

06 Ottobre wedding day di  Mary e Massimo, due professionisti e soprattutto due splendide persone!

A Mary è successo quello che un po’ è successo a me la prima volta che ho visto la Tenuta: se ne è innamorata.

L’unica incognita le previsioni meteo, per il resto tutto chiaro! 😉

Tema del ricevimento  l’autunno rappresentato con i suoi “fiori” e frutti. Colori naturali abbinati al crema, colore conduttore del design.

Centrotavola realizzati seguendo l’ispirazione wedding da una bravissima  floral designer che ha utilizzato castagne, zucche,  uva, noci, melograno abbinati a juta e cotone grezzo. T-light a go-go e la magìa delle emozioni hanno fatto il resto.

Il centro tavola degli sposi rappresenta tutti gli elementi dell’autunno come le castagne, l ‘uva, il melograno e la corteccia adagiate su un runner di juta. Una tavoletta di legno grezzo accoglie le t-light. Grafica super-easy a prova di budget su cartoncino craft e scrittura a pennarello. Per una amante dello slow wedding come me : scelta perfetta!

Il rosso del #melograno, il marrone delle #castagne, il verde delle #eriche scaldano il centro di ogni tavolo e a fine giornata gli invitati portano con se’ un pezzettino di autunno.  ( almeno quello che ne è rimasto…;)  ).

Le t-light hanno giocato un ruolo importante per  addolcire  e “riscaldare” la fredda giornata di Ottobre.

Consiglio l’uso smisurato di t-light e lanterne, soprattutto in questo periodo dell’anno, quando la luce naturale si “abbassa” e le piccole fiammelle riflettono luce sul tovagliato.

Tovaglia ecru’ come tovagliolo per richiamare il color crema scelto dalla sposa.

Per il bouquet e la wedding cake rose “spray maiolica” e Hypericum rosso.

Wedding cake chantilly  a 3 piani, con decorazioni in juta e rose Maiolica. 

Taglio torta sotto il pergolato con una romantica luce rosa cipria tipica del pre tramonto autunnale in Montevecchia.

Dolcissima conclusione in barricaia con una candy station ricca di t-light, corteccia, legno e saccotti in carta craft; anche questi un’idea da copiare per una realizzazione easy ma molto personale e delicata.

Ringrazio dal cuore Mary e Massimo per aver scelto Tenuta Valcurone e la fiducia riposta nel nostro staff.

Se desideri ricevere idee e informazioni sull’organizzazione di un matrimonio autunnale scrivimi a info@graceevent.net o iscriviti alle nostre news.

Mariagrazia tarantino

wedding planner & design

, , , ,

Wedding fra le vigne

Ed eccoci alla seconda edizione di Wedding fra le vigne!

Un pomeriggio dedicato all’organizzazione del wedding day fra ulivi, vigneti e rosmarino.

 

Quest’anno desideriamo regalarVi un percorso visivo, olfattivo, uditivo  e ovviamente gustativo all’insegna del greenery mood e della personalizzazione in stile  Tenuta Valcurone e Graceevent world.

Ad attenderVi lo staff eventi ed un buffet dolce e salato preparato per voi dall Chef Lorenzetti.

Dalle ore 14:00  alle ore 17:00 sopralluogo location e illustrazione immagini real weddings 2017;

Alle ore 15:30 gusterete un delizioso buffet dolce offerto dalla Tenuta;

Alle ore 18:00 potrete gustare un aperitivo  prima dei saluti finali;

A seguire avrete la possibilità di godervi una cena di coppia composta da 4 portate selezionate per voi dal nostro Chef a sole €60,00 a coppia ( solo su prenotazione ).

Lo staff eventi Vi accompagnerà e risponderà alle vostre richieste per offrirVi un’esperienza unica in Tenuta Valcurone.

Prenota Adesso

Prenotate il vostro ingresso  chiamando il 392 6194450 anche whatsapp.( escluso Giovedì e Domenica ).

Tenuta Valcurone ed io insieme al mio staff vi aspettiamo a Wedding fra le vigne con tante soprese!

Mariagrazia Tarantino

 

 

Salva

Salva