50 sfumature di Grace

Meglio 50 volte grazie!
Questo post è  nato ieri sera ripensando ad un colloquio con una giovane coppia cliente.Ad un certo punto mi sono ritrovata a rispondere  “sono felice perchè a 50 anni posso dire di fare cio che amo, anzi meglio,  quello per cui sono nata, la mia vocazione”. Come ho letto recentemente in un libro molto interessante  passione è anche sinonimo di sacrificio, di patimento. Mentre la vocazione è il nostro io più profondo, il nostro Se. Quando riusciamo a scovare, a parlare, soprattutto ad ascoltare e mettere in pratica il nostro Se diventiamo ciò per cui siamo nate.
Diverso dal patire per qualcosa…
Vocazione.
Mamma mia tanta roba! ….
Più lo penso più si allarga il cuore, un po’ come la vecchia pubblicità di un dentrificio ” ti spunta un fiore in bocca” ricordate?
Leggo così le sfumature, di tutti i colori anche quelli scuri, anche i grigi, anche le mezze tonalità,  i colori fortissimi, anche quelli fluo. Sono tutte le emozioni, i percorsi, le esperienze, le risate, i pianti ( tantissimi da emotiva e lunatica quale sono: Donna acquario ascendente sagittario…..). Quanta pazienza con me stessa, quanto lavoro, quanto amore. Dove l ho trovato? Nel pensare alle persone che amo, e che ho amato. Pochissime quelle che ho amato e stop, nel senso che chi ho amato lo amo ancora…..
Sono così un’altra mia grande sfumatura ( piu solco che fumatura) amo raramente e profondamente. Do proprio me stessa in tutti i sensi e a volte mi perdo perchè lascio pezzi di me. L ho sempre vissuta come una specie di maledizione, ogni volta ricomporsi per ripartire a dedicare a te stessa le giuste attenzioni. Poi ho capito. Ecco ci sono appunto volute 50 sfumature di vita per comprenderlo: ogni volta non perdo ma acquisisco. Ogni volta che mi ricompongo trovo upgrades nuovi, donati dall amore dato e ricevuto di conseguenza.
E quindi grazie grazie grazie alle persone che amo perchè attraverso il loro amore le mie sfumature diventano colori autentici forti, unici.
E poi c e l musica ♫ pop, pop rock, r&b, ma anche quella italina d amore, la musica napoletana autentica ( no neo meolodica), quella di mio figlio eh behh🔝🎧…la mia grande e piu cara Amica, come non nominarla quì….
musica e silenzio.
La musica per eccellenza: il silenzio.
Il silenzio nel quale mi raccolgo  quando voglio sognare, immaginare, librarmi nell aria in lunghissimi voli pindarici.  Che non mi occorre un paesaggio pazzesco per stare fra me e me, mi basta la mia navicella spaziale Enterprise, e quì entriamo nelle sfuamture piu intime:
il mio letto.
Il mio ufficio segreto, la mia bat-caverna…il luogo piu intimo per eccellenza. Per tutti i motivi che sicuramente immaginate 😘 ma anche per quelli davvero più intimi come anima. I viaggi migliori, le meditazioni piu profonde avvengono lì. Nel mio interspazio. Perche  navicella spaziale? Perche da vera donna acquario ho sempre amato il futuro, tutto cio che è esplorazione, tecnologia, innovazione, grandi mete, avventure…ho sempre sognato da piccola donna i pirati, i capitani di navi e navicelle..mica i principi in calzamaglia..😨…..è proprio un mia vocazione. Un dono, una sfumatura per cui ringraziare.
Il mio lavoro che stavolta accenno soltanto, visto  che normalmente parlo solo di quello, è l mia vocazione, così mia che me lo sono cucito su misura, senza schemi fissi ( perfetta anima libera) senza regolamenti prefissati. Ma con tanta professionalita e dedizione. Lo vivo come vita mia. Non inizio mai a lavorare perche non finisco mai. Ma tutto si fonde armonicamente insieme. Solo la stanchezza a volte suona alla porta e dice stop. Fermati. Mi sono imposta degli orari non per me ma per ricevere il giusto rispetto. Dare tantissimo si ma nel modo e nel momento giusto. Altrimenti chi riceve non ne comprende il valore.
Ultima sfumatura interessante il corpo. In  costante variazione come l eta. Sempre meno importante. Non la salute ovvio. Ma le creme antirughe spesso le dimentico, amo cucinare per i miei cari ( specchio riflesso 😅) e si vede. Poi mi dedico allo sport ma poi entro in un panificio compro una brioche per mio figlio e una focaCcia per me. La pizza x mio marito. mio marito la sfumatura più delicata, da proteggere da tutto, da tutti, soprattutto da me.
Ma ne ho elencate 50 oppure 50 è il numero dei miei anni ? Buona la seconda! Obiettivo mezzo secolo raggiunto!
Una donna molto adulta e con la mente proiettata sempre a domani e la voglia di fare tanto nel presente.
La mia età, le sfumature di grace.
Passo e chiudo Enterprise.

Buon caffè a tutti!!
Grace

 

, , , , , , ,

RITI DAL MONDO: STATI UNITI

Non importa quali film o serie tv vi piacciano di più, sicuramente almeno una volta l’avrete visto! E probabilmente, vi avrà fatto sognare ad occhi aperti, regalandovi spunti e idee, o semplicemente sospiri di adorazione! Sto parlando proprio di lui… il matrimonio americano!

Cerimonie in riva al mare,  giardini esotici e hotel di lusso. Sposi che arrivano a bordo di una carrozza, o una Harley Davidson. Ricevimenti scatenati fino a tarda notte che coinvolgono dj, band, corpo di ballo, giochi pirotecnici, caricaturista, prestigiatore e invitato con innate doti di comico, ballerino o cantante (o spogliarellista!).

Scherzi a parte, è indubbio che negli States le nozze siano un evento da festeggiare in grande e che spesso, se le condizioni economiche lo permettono, si prolunga anche per più giorni. Basti pensare ai famosi addio al nubilato e celibato, chiamati bachelor e bachelorette party, organizzati rispettivamente dal testimone dello sposo, il best man, e la damigella d’onore della sposa, la maid of honor. Best man e maid of honor saranno coloro che più di tutti affiancheranno gli sposi durante i preparativi, per questo solitamente il ruolo viene affidato a migliori amici, fratelli o sorelle.

Un’altra tradizione tipica precedente al giorno del matrimonio è il wedding reharsal, ossia le prove generali di matrimonio, tramite le quali si coordinano tutti i momenti fondamentali della cerimonia, come l’ingresso di sposi, damigelle “bridesmaids” e testimoni “groomsmen”.

Successivamente al wedding reharsal, di solito la sera prima del matrimonio, si svolge la cena di prova, chiamata reharsal dinner. Gli sposi riuniscono alcuni tra gli invitati, generalmente amici e parenti stretti, per ringraziarli e, in caso non ce ne fosse stata occasione, di farli conoscere, e così passare una piacevole serata in compagnia. Tra le attività previste, oltre a discorsi, brindisi e ringraziamenti, troviamo il toasting o roasting, da roast, che è una forma di humor americano in cui un invitato speciale è soggetto a giochi e scherzi volti a divertire il resto del “pubblico”.

La cerimonia non prevede un rito unico specifico, poiché negli Stati Uniti ci sono numerosissime culture che convivono e non è raro che gli sposi pratichino religioni diverse. In questo caso, o si scende a compromessi scegliendo una delle due, oppure ci si rivolge a un funzionario dello stato. Nulla vieta però di celebrare due cerimonie secondo entrambe le religioni!

Per il ricevimento c’è ampia possibilità di scelta e ovviamente ognuno sceglie location e modalità a seconda di stile, tema e soprattutto disponibilità economica. Spesso e volentieri gli sposi non rimangono fino alla fine dei festeggiamenti, ma scelgono di partire per il viaggio di nozze affidando il congedo degli ospiti ai genitori. Chi invece preferisce salutare e ringraziare gli invitati in modo più speciale, organizza un brunch la mattina successiva al matrimonio.

Un piccolo salto in quello che è il vasto mondo delle tradizioni degli Stati Uniti, che se desiderate conoscere di più vi basterà contattarmi!

Vi aspetto il mese prossimo con un nuovo rito dal mondo 🙂

Un abbraccio! Anzi…

Hugs and kisses!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

Fonte immagini: Pinterest

, , , , ,

Cerimonia intima con rito civile in cantina e differenza tra rito civile e rito simbolico

L’allestimento della  #barricaia creato da me per  un open day, mi ha ispirato l’idea di organizzare matrimoni intimi, “wedding intimate” come dicono oltre oceano, in cantina.

Prima di descrivervi come è possibile organizzare un romanticisismo matrimonio per pochi in una cantina dove si produce vino, mi soffermo su una serie di piccoli consigli per capire se la location dove effettuate il sopralluogo può realmente offrirvi la possibilità del rito civile.

Questo perchè, sempre durante quest’ultimo pen day alcune spose hanno mostrato confusione e diffidenza sulla validità del rito civile. Evidentemente qualcuno fa il furbetto e vende fischi per fiaschi ( per restare in tema e non dire parolacce…).

Se state organzizzando le nozze innanzitutto fate chiarezza sul termine corretto da utilizzare chiedendo la disponiblità in location:

  • RITO CIVILE  ( chiedere esattamente celebrazione rito civile ). La cerimonia è celebrata dal Sindaco o delegato del Comune. Anche il vostro migliore amico o la vostra migliore amica se maggiorenni e godono dei diritti civili e politici potranno celebrare il vostro matrimonio. Verranno letti gli articoli di legge 143,144,147 del Codice Civile e apposte tutte le firme comprese quelle dei testimoni. Solo i vostri familiari stretti non potranno farlo. Si puo’ celebrare in Comune o in una “casa comunale”. Quando visitate una location  e vi viene confermata la possibilità di celebrare il rito civile, accertatevene telefonando al comune di residenza della location , ufficio anagrafe o Stato Civico.

  • RITO SIMBOLICO  Questo è il rito “finto”. La celebrazione di questo rito può essere svolta ovunque e da chiunque semplicemente perhè non ha alcun valore legale. Solo emotivo. Potete celebrarlo in qualunque location del ricevimento oppure in un luogo a voi caro ( se logisticamente fattibile!). La bellezza di questo rito è che potete creare la cerimonia esattamente come la volete, nei tempi e nei modi preferiti o sognati. Potete scegliere  le promesse da scambiare, le musiche da ascoltare, quanto tempo debba durare e chi puo’ intervenire e celebrare. L’unico svantaggio è l’assenza di validità che puo’ essere tranquillamente sopperita dalla celebrazione durante la mattina stessa del rito civile e nel pomeriggio avanti a tutti quello simbolico.

Spero di essere stata utile ed esaustiva nel consigliarvi come scoprire la validità del rito in location e per ogni dubbio non esitate a contattarmi. In calce al post trovate i miei contatti.

Adesso arriviamo alla celebrazione del rito civile in cantina!

Wedding Intimate in cantina

Adoro le coppie al primo o al secondo matrimonio che decidono di organizzare le nozze fra pochi intimi. Solo con i famliari più stretti e i veri amici. Si crea un’atmosfera unica, dove tutti ma proprio tutti, anche i più arcigni e scettici si sentono coinvolti ed emozionati. Partecipano tutti nel vero senso della parola e gli invitati riescono a donare qualcosa della loro personalità, storia e affetto alla festa e a gli sposi. Le sere d’estate molto spesso organizzo i tagli torta sotto pergolati accanto a botti di vino. Ma la cerimonia in barricaia è un vero spettacolo! Soprattutto di sera o nei periodo freddi.  Vi mostro qualche foto con 2 diversi allestimenti realizzati rispettivamente per 2 open day ma assolutamente riproducibili e reali per una celebrazione nuziale. Aro con tavolo cerimonia allestito con tulle, rose o lisyanthus, verde o rosmarino natri di raso o juta. Uno stile shabby appositamente rivisitato con un grande accento rustico per adattarlo alle atmsofere calde e poco luminose della barricaia.

Vi lascio alle immagini e di seguito i miei contatti:

Mariagrazia Tarantino

wedding planenr & designer

info@graceevent.net – whatsapp 392 6194450

 

 

, , , , ,

IDEE ORIGINALI E DIVERTENTI PER PHOTO BOOTH E GUEST BOOK

Tra le tendenze più divertenti e coinvolgenti che provengono da oltreoceano, il photo booth e il guest book sono un’ottima soluzione per coinvolgere i propri invitati e intrattenerli durante il ricevimento di matrimonio.

A chi ancora non è perfettamente chiara la definizione dei due termini, una rapidissima spiegazione.  Photo booth è letteralmente ciò che noi definiamo “cabina per fototessere”, tuttavia è stato riadattato, in riferimento a eventi e matrimoni, per indicare un servizio fotografico fuori dal comune, che prevede l’uso di parrucche, maschere e accessori divertenti.

Guest book significa invece “libro per gli ospiti”, e normalmente è il tradizionale album in cui gli invitati possono lasciare firme o dediche, che nell’ultimo periodo è stato sostituito o affiancato da altre idee ricordo sempre più originali e stravaganti! Vediamone alcune 😉

Per l’angolo photo booth, la scelta più semplice ricade per gli accessori in cartoncino colorato acquistabili comodamente on-line: occhiali, cappellini, flûte di champagne, baffi… Un’idea per renderli più interattivi potrebbe essere quella di creare delle nuvolette in stile fumetto, bianche, su cui gli invitati possono scrivere ciò che vogliono. In questo modo si evita il rischio di un album tutto uguale, e inoltre dà occasione agli ospiti più creativi di esprimersi!

Se volete cimentarvi nel fai da te, potete creare delle cornici, che imitino le pagine social o che si adattino allo stile del matrimonio, perfette per le foto di gruppo. E se il budget non si è ancora esaurito, nulla vi vieta di costruire delle vere e proprie strutture a tema: salotto vintage, scatole di Barbie e Ken, parete del museo, furgoncino dei gelati, sfondo fantasy…date spazio alla vostra creatività!

Il guest book è, con l’album fotografico, la raccolta di tutti i ricordi più belli del matrimonio, con la differenza che il guest book è gestito completamente dagli invitati! L’album, oltre a dediche e firme, può contenere foto polaroid realizzate con macchine fotografiche apposite messe a disposizione degli ospiti.

Se tuttavia volete che questi ricordi non rimangano solo in un libro, ma che facciano parte della vostra vita quotidianamente, potete adottare delle soluzioni ideali che li rendano…da arredamento! Pezzi di puzzle da firmare, che potrete divertirvi a ricomporre una volta a casa e infine appendere; sassi o sassolini da inserire in vasi, caraffe o barattoli; cuoricini di legno o corteccia lavorata; cavalletto, tela e tempere per quadri artistici o da personalizzare, come l’albero o i palloncini “a impronte”.

Le idee sono numerosissime e se quella dell’area photo booth e guest book vi sembra ideale, non limitate la vostra fantasia e originalità!

Desirée – wedding planner

wedding@graceevent.net

 

 

 

Fonte immagini: Pinterest